10 ottobre 2008 / 19:06 / 9 anni fa

Crisi, Fsf sollecita lavoro agenzie rating, derivati credito

WASHINGTON, 10 ottobre (Reuters) - Il Financial Stability Forum, autorità per la stabilità finanziaria presieduta dal governatore di Banca d‘Italia Mario Draghi, ha spiegato al Gruppo dei Sette che è urgentemente necessaria la messa a punto di una cassa di compensazione per i derivati.

L‘invito alle agenzie di rating è invece all‘offerta in tempi rapidi di un trattamento differenziato per i prodotti strutturati.

Nel rapporto al G7 ottenuto da Reuters il gruppo di lavoro spiega anche che si concentrerà in futuro sulla necessità di contenere la natura prociclica delle regole finanziarie e sul rafforzamento della gestione nelle crisi transfrontaliere.

Tutte le raccomandazioni prioritarie evidenziate dal precedente rapporto Fsf, risalente all‘aprile scorso, sono state concretizzate entro il termine dei cento giorni previsto dalle linee guida, aggiunge il documento.

Alla luce degli ultimi sviluppi di mercato, avverte, è però necessaria un‘accelerazione nell‘applicazione di alcune raccomandazioni.

Questi in particolare i punti messi in evidenza nella sintesi del nuovo documento.

* Gli attori di mercato devono urgentemente mettere a punto un meccanismo centrale di cassa di compensazione per il mercato ‘over-the-counter’ dei derivati sul credito e arrivare a processi operativi più solidi sui mercati dei derivati ‘otc’.

* I responsabili degli standard contabili devono portare a termine il lavoro di consolidamento e far convergere la ‘guidance’ per la valutazione dgli strumenti sui mercati illiquidi, gli standard di contabilizzazione e ‘disclosure’ delle attività fuori bilancio e dei relativi rischi.

“Chiediamo inoltre: che le agenzie di rating intensifichino gli sforzi per rispettare le raccomandazioni Fsf, tra cui la presentazione di proposte da applicare all‘intera industria in modo che fornisca un‘informazione differenziata sui rating per quanto riguarda i prodotti strutturati” si legge nel documento.

Sempre secondo il rapporto, guardando avanti il lavoro del forum su concentrerà su proposte volte a ridimensionare l‘aspetto prociclico del sistema finanziario. Si osserva infine “margine di miglioramento per il regime patrimoniale, prassi e standard sugli accantonamenti relativi a perdite su crediti, accordi di compensazione e la gestione delle interazioni tra valutazione ed esposizione”.

Ad aprile prossimo il Forum presenterà un nuovo rapporto al G7 sull‘agenda prociclica.

Altro punto su cui si concentrerà il lavoro Fsf, reso necessario dall‘attuale crisi, sarà “il rafforzamento della gestione delle crisi transfrontaliere, i sistemi di soluzione e i regimi di bancarotta delle istituzioni finanziarie ‘cross border’”.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below