19 maggio 2011 / 12:34 / 7 anni fa

Grecia, Ue chiederà a banche di mantenere posizioni bond - fonti

BRUXELLES, 19 maggio (Reuters) - Per quanto riguarda la soluzione della crisi del debito greco l‘opzione principale al momento allo studio è quella di un‘intesa su base volontaria da parte degli investitori mirata a tenere in portafoglio governativi ellenici per il periodo di un nuovo pacchetto Ue/Fmi dal 2011 al 2014.

Lo riferiscono fonti della zona euro.

“Da lunedì scorso è soprattutto su questo che si ragiona” dice una fonte vicina al dibattito sul debito pubblico greco riferendosi all‘ultima riunione dell‘Eurogruppo.

“Si esclude qualsiasi ipotesi - ‘soft’ o ‘hard’ - che in termini di ristrutturazione possa innescare una crisi del credito” aggiunge, precisando che rappresentanti della zona euro si sono consultati con le agenzie di rating per capire le reazioni a un simile scenario.

Un‘intesa volontaria con gli investitori potrebbe far parte di un nuovo pacchetto di riforme e austerità da chiedere ad Atene in cambio del sostegno finanziario di Ue e Fondo monetario internazionale da quest‘anno al 2014.

“Speriamo di arrivare a un accordo per fine giugno” continua la fonte.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below