11 marzo 2011 / 06:43 / 7 anni fa

MONETARIO - Cosa succede oggi venerdì 11 marzo

* Il Tesoro italiano torna a confrontarsi con il mercato offrendo fino a 5 miliardi - importo inferiore alla media per l‘asta di metà mese - i Btp novembre 2015 e settembre 2026.

Resta tesa la situazione per il debito non-core in una settimana che ha visto il downgrade di Grecia e Spagna sullo sfondo di attese di un rialzo dei tassi che minaccia di accrescere il peso del debito per i Paesi più deboli.

Ieri i tassi dei Bot a 3 e 12 mesi in asta hanno toccato un massimo da aprile 2009 e dicembre 2008, rispettivamente.

* Si riuniscono nel pomeriggio a Bruxelles i leader della zona euro al termine di una settimana di passione per il debito europeo non-core. Le attese per il vertice a 17 sono di accordo su una versione edulcorata del ‘patto per la competitività’ proposto da Francia e Germania, mentre ogni decisione cruciale sul rafforzamento del fondo di salvataggio è rinviata al summit di fine mese. Secondo fonti parlamentari tedesche Angela Merkel darebbe il proprio assenso a un ampliamento dell‘Efsf se i membri più deboli dessero il loro contributo in denaro e non si opporrebbe a un alleggerimento del debito greco e irlandese in cambio di impegni specifici da parte dei due Paesi.

* Sul fronte macro si attendono da Istat i dettagli circa la crescita del prodotto interno lordo negli ultimi tre mesi del 2010, in cui l‘economia italiana ha visto un‘espansione di un modesto 0,1% su trimestre e 1,3% sullo stesso periodo del 2009, in base alla lettura preliminare.

* L‘inflazione di febbraio in Cina è rimasta stabile al 4,9% tendenziale, poco sopra le attese di consenso di 4,7%, mentre il dato della produzione manifatturiera mostra una dinamica più vivace del previsto e risulta in rialzo del 14,1% nel primo bimestre dell‘anno.

Sia dall‘indice dei prezzi al consumo che da quelli alla produzione (+7,2% il mese scorso contro +6,6% annualizzato a gennaio), arriva l‘indicazione che potrebbe servire una politica monetaria in ulteriore stretta per raffreddare i prezzi.

* Euro in lieve progresso sulla piazza di Tokyo a 1,3813/15 dollari da 1,3796 alla chiusura di ieri EUR=. Il dollaro avanza di 0,3% su yen a 83,14/17 da 82,92 JPY=.

* Alle 7,35 il derivato sul greggio Brent ad aprile LCOc1 cede 42 centesimi a 115,01 dollari il barile sull‘attenuarsi dei timori per la possibilità che i disordini contagino anche l‘Arabia Saudita dopo la partenza smorzata dal ‘giorno della rabbia’. Il greggio leggero Usa cede 55 centesimi a 102,15 dollari CLc1.

* Treasuries in forte rialzo ieri a New York spinti dagli acquisti rifugio alimentati dalle tensioni in Nord Africa e Medio Oriente e dalle preoccupazioni per la crisi del debito europea. Negli ultimi scambi il decennale saliva di 29/32 con tasso a 3,36%, minimo dal 31 gennaio.

DATI MACROECONOMICI

ITALIA

* Istat, Pil 4° trimestre (10,00) - attesa 0,1% t/t; 1,3% a/a

* Istat, retribuzioni di fatto e costo del lavoro 4° trimestre (11,00)

FRANCIA

* Partite correnti gennaio (8,45)

GERMANIA

* Prezzi consumo finali febbraio (8,00) - attesa dato nazionale 0,5% m/m; 2,0% a/a; dato armonizzato 0,6% m/m; 2,2% a/a

* Prezzi ingrosso febbraio (8,00) - attesa 1,1%; 10,5%

GRAN BRETAGNA

* Prezzi produzione febbraio (10,30) - attesa 0,4% m/m; 3,4% a/a

GRECIA

* Pil 4° trimestre (11,00)

* Produzione industriale gennaio (11,00)

PORTOGALLO

* Prezzi consumo febbraio (11,00) - attesa dato nazionale 0,2% m/m; 3,7% a/a

* Pil 4° trimestre (11,00) - attesa -0,3% t/t; 1,2% a/a

SPAGNA

* Prezzi consumo febbraio (9,00) - attesa dato nazionale 0,1% m/m; 3,6% a/a; dato armonizzato 0,1% m/m; 3,4% a/a

USA

* Vendite al dettaglio febbraio (14,30) - attesa 1,0% m/m

* Fiducia consumatori Università Michigan preliminare marzo (15,55) - attesa 76,5

* Scorte industria gennaio (16,00) - attesa 0,7%

ASTE TITOLI DI STATO ITALIA

* Tesoro riapre in asta 2-3 miliardi settima tranche Btp a 5 anni (1/11/2015, cedola 3%) e 1-2 miliardi sesta tranche Btp a 15 anni (1/03/2026, cedola 4,5%)

BANCHE CENTRALI

USA

* A Flushing intervento Dudley, Fed New York (14,30)

ZONA EURO

* A Milano Draghi partecipa a conferenza Le Mafie al Nord

* A Lucca lectio magistralis Bini Smaghi su “Quale Europa dopo la Crisi?” (11,00)

* A Bruxelles Rehn partecipa a conferenza Eurostat “Europa 2020”.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below