31 maggio 2010 / 11:31 / 7 anni fa

Monetario,lieve rialzo tasso o/n per fine mese, resta incertezza

MILANO, 31 maggio (Reuters) - La coincidenza del fine mese con la chiusura del mercato londinese ha fatto lievitare stamane leggermente l‘overnight, mentre è salito ancora leggermente il tasso Euribor a tre mesi, ai massimi da fine anno scorso, segnale invece del perdurare dell‘incertezza.

“Il mercato è piuttosto chiuso, si scambia solo il necessario e per lo più solo tra banche italiane” dice un tesoriere testimoniando che la nuova crisi “non è per nulla ancora passata”.

L‘attenzione stamane è stata per il discorso del Governtore della Banca d‘Italia che ha ribadito la stabilità finanziaria e il rispetto dei requisiti minimi regolamentari per le banche italiane.

Quanto poi alle operazioni di acquisto di bond sui mercati Draghi ha detto che “sono misure che dovranno rientare al più presto, non appena i mercati torneranno a scambiare in modo autonomo i titoli di stato dei paesi interessati”.

La situazione della liquidità sul mercato conferma livelli alti di fondi che vengono messi a deposito.

Oggi nel pomeriggio la Bce indicherà nuovamente l‘ammontare di titoli acquistati la scorsa settimana a fronte del quale verrà organizzata domani un‘operazione di drenaggio.

“Interessante sarà di nuovo domani osservare il tasso [che nelle due scorse operazioni si è attestato a 0,27%-0,28%], un tasso sul quale evidentemente la Bce vuole orientare le operazioni, scartando i tassi massimi” dice un altro tesoriere. Nelle due scorse operazioni le banche hanno offerto fondi fino all‘1%, lo stesso livello massimo imposto dalla Bce, mentre per il deposito overnight il tasso è dello 0,25%.

“Evidentemente la Bce non è disposta a drenare a ogni tasso, anche per incentivare le banche a offrire i fondi in eccesso sul mercato”.

Il tasso overnight stamane quota attorno a 0,38% appena più alto del fix dell‘Eonia venerdì di 0,338%. I depositi a una settimana, la stessa durata dell‘operazione di drenaggio, quotano un bid/offer a 0,29/0,40% stamane.

Restano alti i depositi overnight, venerdì a oltre 316 miliardi.

Il tasso Euribor è stato fissato stamane a 0,701% da 0,699%, il massimo da 29 dicembre scorso.

Il differenziale con l‘Eonia swap di pari durata (oggi a 0,388%) visto come indicatore della fiducia tra controparti, è salito ancora a 31,3 pb.

Quanto al futures Euribor, la scadenza a giugno FEIM0 è a 99,27 (+0,005), settembre FEIU0 a 99,085 (-0,010), dicembre FEIZ0 a 998,99 (+0,005).

Altri dettagli sulla liquidità in Europa e in Italia alle pagine Reuters ECB40 e BITS.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below