11 marzo 2009 / 17:53 / tra 9 anni

PUNTO 1- Geithner chiederà risposta globale G20, più risorse Fmi

(aggiunge dichiarazioni segretario Usa, contesto)

WASHINGTON, 11 marzo (Reuters) - Il segretario del Tesoro Usa Timothy Geithner ritiene che i paesi del Gruppo dei Venti debbano aumentare le misure di sostegno all‘economia e fornire una risposta globale alla crisi che sembra essersi acutizzata.

“Crediamo che sia importante per i paesi G20 impegnarsi su azioni sostanziali per tutta la probabile durata della crisi” dice Geithner, secondo il testo di un comunicato preparato in vista del meeting G20 in Gran Bretagna.

E’ cruciale assumere azioni decisive per rafforzare la regolamentazione finanziaria, ha detto ancora Geithner che ha promesso di delineare maggiori dettagli sulle misure dell‘amministrazione Usa prima del summit G20 di aprile.

Il segretario al Tesoro Usa ha anche sollecitato il G20 ad aumentare le risorse di emergenza a disposizione del Fondo monetario.

“Si è parlato molto di riforme ed è adesso tempo di agire” continua, insistendo sull‘importanza di interventi coordinati per il rilancio della fiducia.

“Dobbiamo inoltre costruire una cornice normativa solida in materia di supervisione e regolamentazione finanziaria per il futuro, in modo da garantire che una crisi del genere non si ripeta” aggiunge.

A parere del segretario al Tesoro l‘impegno degli altri paesi è fondamentale al fine di rimettere in piedi la prima economia mondiale, dal momento che “lo stato di salute dell‘occupazione e della congiuntura americana è strettamante legato alla solidità e alla stabilità dell‘economia mondiale”.

Il Gruppo dei Venti e le altre istituzioni finanziarie internazionali, incluso il Fondo, hanno il dovere di sostenere i mercati emergenti e le economie in via di sviluppo di fronte alla crisi.

“Il G20 dovrebbe sostenere un significativo incremento delle risorse da destinare al Fondo attraverso un potenziamento del programma ‘Nab’ (‘New Arrange to Borrow’)... che potrebbe essere innalzato fino a 500 miliardi di dollari” continua.

Sempre secondo il responsabile al Tesoro Usa, gli stipendi dell‘industria finanziaria sono totalmente avulsi dalla realtà e il Gruppo dei Venti è a favore dell‘imposizione di controlli standard.

“Ritengo che i compensi si siano evoluti in maniera completamente distorta rispetto a qualsiasi rilevante apprezzamento del rischio e il fenomeno abbia contribuito all‘attuale accumulo di indebitamento e rischio” spiega alla stampa.

Obiettivi complementari per la prossima riunione G20, conclude, sono lo stimolo economico e le riforme finanziarie.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below