June 22, 2020 / 12:56 PM / 17 days ago

Cdp dovrebbe aumentare ulteriormente quota in Tim - Grillo (M5s)

MILANO, 22 giugno (Reuters) - Cassa Depositi e Prestiti deve aumentare ulteriormente la sua quota in Telecom Italia per guidare il processo di creazione della rete unica con Open Fiber.

Lo scrive in un post sul suo blog il fondatore del Movimento Cinque Stelle Beppe Grillo, attaccando la joint-venture di Enel e Cassa Depositi e Prestiti, per non aver rispettato gli obiettivi di copertura delle cosiddette aree bianche.

“Siamo costretti a registrare a distanza di anni il completo fallimento dell’esperimento ‘Open Fiber’, la società che avrebbe dovuto spingere la digitalizzazione e lo sviluppo della fibra in tutta Italia”, scrive il fondatore del Movimento Cinque Stelle.

Secondo Grillo, Cassa Depositi e Prestiti, attuale secondo azionista di Tim con una quota del 10%, dovrebbe agire come un “perno” per risolvere “l’assurdo dualismo tra Tim e Open Fiber”, nell’ambito di un piano che prevederebbe che la controllata del Tesoro aumenti la sua quota per eguagliare quella di Vivendi, principale azionista di Tim con il 24%.

Grillo, in passato un fervente sostenitore del ritorno della rete di Tim in mani pubbliche, sostiene inoltre che avere un’unica infrastruttura, anche privata ma aperta a tutti, possa essere il “male minore”, purché sia in grado di fare gli investimenti necessari a colmare il digital divide.

Elvira Pollina, in redazione a Milano Cristina Carlevaro

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below