June 19, 2020 / 8:26 AM / 2 months ago

Wirecard punta dito contro truffatori per 1,9 mld euro mancanti in cassa

FRANCOFORTE, 19 giugno (Reuters) - La società di pagamenti tedesca Wirecard ha puntato il dito contro truffatori non identificati dopo che 1,9 miliardi di euro sono scomparsi dai conti, facendo precipitare il titolo in borsa e mettendo un punto interrogativo sul futuro del gruppo.

Ieri Ernst & Young, revisore dei conti di Wirecard, ha annunciato di aver rifiutato di certificare il bilancio 2019 della società di pagamenti tedeschi perchè mancano all’appello 1,9 miliardi di euro.

“Non si può escludere che Wirecard AG sia diventata la parte lesa in un caso di frode di proporzioni considerevoli”, osserva l’AD del gruppo Markus Braun in un video pubblicato online, aggiungendo di non aver identificato coloro che sospetta di frode.

L’episodio segna una svolta drammatica nelle sorti di una fintech che ha attirato alcuni dei maggiori investitori al mondo dal debutto sul prestigioso indice delle blue chip tedesco Dax più di un anno fa.

Tradotto da Redazione Danzica, in Redazione a Milano Gianluca Semeraro, camilla.caraccio@thomsonreuters.com, +48587721396

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below