June 9, 2020 / 9:45 AM / 2 months ago

Incremento spesa europea deve essere temporaneo - Rehn (Bce)

HELSINKI, 9 giugno (Reuters) - L’aumento della spesa europea è necessario ma deve essere un episodio isolato in un quadro in cui alcuni Paesi membri della zona euro fanno già molta fatica a sostenere il debito.

Lo ha detto il membro del Consiglio direttivo della Banca centrale europea, Olli Rehn.

Con gran parte dell’Europa ferma in primavera a causa della pandemia di coronavirus, i governi stanno accumulando deficit record allo scopo di mantenere posti di lavoro e capacità di produzione fino a quando i Paesi potranno riaprire.

“Le finanze statali di alcuni Paesi Ue sono diventate così deboli a causa della crisi che la loro capacità di sostenere la produzione e l’occupazione rischia di essere interamente compromessa, accrescendo le sfide a lungo termine per le finanze pubbliche” ha detto Rehn, che è anche governatore della banca centrale finlandese, in una nota.

“La crisi del coronavirus non dovrebbe essere utilizzata per introdurre un aumento permanente della spesa pubblica che andrebbe ad esacerbare ulteriormente un già sostanziale divario di sostenibilità”, ha detto Rehn.

Si prevede che il debito italiano toccherà soglie vicine al 160% del Pil entro la fine dell’anno, alimentando i dubbi degli investitori sulla sostenibilità nel lungo periodo. (Tradotto da Redazione Danzica, in redazione a Roma Francesca Piscioneri, michela.piersimoni@thomsonreuters.com)

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below