May 25, 2020 / 11:55 AM / a month ago

Atlantia, Tesoro vuole intesa su concessione per offrire garanzia su prestito - fonte

ROMA, 25 maggio (Reuters) - Il ministero dell’Economia si oppone al rilascio della garanzia statale sul prestito da 1,25 miliardi di euro ad Autostrade, del gruppo Atlantia, senza che prima si sia negoziato un accordo per chiudere la procedura di revoca della concessione avviata dopo il crollo del ponte Morandi di Genova, nel 2018.

“Il contenzioso deve essere superato”, spiega una fonte governativa chiedendo di non essere citata.

La garanzia statale al gruppo controllato dalla famiglia Benetton trova l’opposizione di numerosi esponenti del Movimento Cinque stelle, alleato del Pd al governo, che continuano a chiedere la revoca della concessione.

Pd e Italia Viva, dell’ex premier Matteo Renzi, sono restii a sostenere le richieste dei Cinque stelle perché temono che la revoca possa tradursi in un indennizzo miliardario a favore di Autostrade.

I rappresentanti della società e del Tesoro si incontreranno questa settimana per portare avanti il confronto, spiega la fonte.

Sia il ministero sia Atlantia hanno preferito non commentare.

Il confronto tra i Benetton e il governo ha toccato il punto più basso a dicembre 2019, quando il consiglio dei ministri ha approvato un decreto che riduce l’indennizzo in caso di revoca per inadempienza.

Autostrade si riserva di attivare, alla scadenza del 30 giugno, la risoluzione anticipata del contratto. (Giuseppe Fonte, in redazione a Roma Giselda Vagnoni)

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below