May 13, 2020 / 11:33 AM / 22 days ago

Coronavirus, accordo nella notte, oggi governo vara il 'decreto rilancio'

ROMA, 13 maggio (Reuters) - Dopo l’accordo nella notte tra le forze di maggioranza, il governo approverà in serata il ‘decreto rilancio’ da 55 miliardi con le nuove misure a sostegno di famiglie e imprese, colpite duramente dal blocco imposto per frenare il coronavirus.

Secondo fonti governative il consiglio dei ministri si riunirà alle 17,00 per l’esame del provvedimento, che inizialmente era atteso già ad aprile ma ha subito rallentamenti per le divisioni tra Pd, M5s e i centristi di Italia Viva.

Ad accendere le tensioni è stata soprattutto la regolarizzazione dei migranti che lavorano nei campi o come colf e badanti. I 5s hanno avallato la misura solo dopo aver ricevuto garanzie che non ci saranno sanatorie per gli imprenditori che sfruttavano braccianti irregolari.

Il lockdown ha fatto cadere l’Italia nella peggiore recessione della storia repubblicana, con il ministero dell’Economia che stima un crollo del Pil di almeno l’8% quest’anno.

Nel tentativo di stimolare l’attività economica e rilanciare i consumi, il decreto riconosce alle imprese di minori dimensioni ristori a fondo perduto per circa 6 miliardi e contributi a pioggia alle famiglie per pagare vacanze e centri estivi.

L’impatto in bilancio è tale da portare l’indebitamento netto al 10,4% del Pil nel 2020.

NUOVI AIUTI PER LE BANCHE

A tutela dei lavoratori il decreto dispone la sospensione delle procedure di licenziamento fino a metà agosto, si legge in una bozza. La cassa integrazione dovrebbe essere rifinanziata con circa 15 miliardi, secondo il ministero del Lavoro.

Il nuovo Reddito di emergenza, con una dotazione di circa 1 miliardo, garantirà tra i 400 e gli 800 euro al mese per due mesi a tutti coloro che sono esclusi dalle reti di protezione sociale.

A sostegno delle imprese il governo ha messo sul piatto altri 4 miliardi per sopprimere la rata di saldo e acconto dell’Irap di giugno.

La bozza conferma il ‘patrimonio destinato’ per dotare Cassa Depositi e Prestiti (Cdp) di un fondo equity con cui intervenire a sostegno di imprese strategiche.

A garanzia della stabilità finanziaria, il decreto autorizza il Tesoro a offrire garanzie su 15 miliardi di nuovi bond emessi dalle banche e prevede aiuti di stato per le banche sane che acquisiranno istituti di minori dimensioni in procedura di liquidazione.

Il governo rafforza inoltre ecobonus e sismabonus offrendo 110 euro per ogni 100 euro spesi fino a dicembre 2021 in interventi di efficienza energetica e di adeguamento ai criteri anti-sismici. Il bonus potrà anche essere ceduto alle banche. (Tradotto da Redazione Danzica, in redazione a Milano Sabina Suzzi)

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below