May 12, 2020 / 4:47 PM / 3 months ago

Governo punta su voto plurimo in Borsa per evitare fuga big all'estero - bozza

ROMA, 12 maggio (Reuters) - Il governo italiano prepara incentivi per dissuadere le società quotate dal trasferirsi all’estero, secondo quanto si legge in una bozza aggiornata del cosiddetto ‘decreto rilancio’ vista da Reuters.

L’articolo 45 del decreto autorizza l’emissione di azioni a voto plurimo anche per le quotate a Piazza Affari, consentendo agli azionisti di controllo di rafforzare la presa sulle società e scongiurare il rischio di scalate ostili.

Per procedere è necessario tuttavia ottenere il voto degli azionisti di minoranza con maggioranze qualificate, anche nel caso di operazioni il cui risultato sia un trasferimento della sede legale all’estero.

In passato “la decisione di trasferire all’estero società italiane con azioni quotate in un mercato regolamentato è stata motivata anche dalla possibilità di avvalersi di un regime giuridico favorevole alle azioni con voto plurimo”, si legge nella relazione illustrativa allegata alla bozza.

Il ‘decreto rilancio’ contiene numerose misure a sostegno di famiglie e imprese colpite dall’emergenza coronavirus e impatta il deficit di 55 miliardi nel 2020.

La bozza stabilisce che gli statuti delle società quotate possono prevedere l’emissione di azioni a voto plurimo che riconoscono un massimo di tre voti per azione in base al codice civile.

La legge attualmente in vigore consente la sola introduzione di azioni a voto maggiorato, le loyalty share, che conferiscono un diritto di voto aggiuntivo agli azionisti di lunga data (almeno 24 mesi).

Diverse società quotate in passato hanno trasferito la sede legale in Olanda, dove gli investitori hanno accesso a uno speciale regime di voto maggiorato.

Campari ha annunciato lo scorso anno di voler seguire questa strada mentre Mediaset, controllata dalla famiglia dell’ex premier Silvio Berlusconi, punta a riordinare le sue attività in Italia e Spagna sotto l’egida di una holding olandese.

Introducendo anche per le quotate il voto plurimo, il governo punta a rendere più attraente Piazza Affari, dal momento che gli azionisti di molte aziende a conduzione familiare sono restii ad aprire il capitale a nuovi soci, nel timore di perdervi il controllo.

Tradotto da Redazione Danzica, in Redazione a Milano Gianluca Semeraro, camilla.caraccio@thomsonreuters.com, +48587721396

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below