March 13, 2020 / 10:58 AM / 4 months ago

Ue concederà flessibilità per spesa pubblica contro impatto economico virus

BRUXELLES, 13 marzo (Reuters) - La Commissione europea è pronta ad annunciare ufficialmente oggi le misure che permetteranno ai governi Ue maggiori margini di spesa per sostenere i settori economici colpiti dalla crisi del coronavirus, secondo dei funzionari.

La decisione darebbe il via libera alla maggiore spesa in deficit già annunciata dall’Italia, finora il peggior focolaio dell’epidemia nell’Unione europea.

Offrirebbe anche agli stati tradizionalmente più riluttanti ad aumentare la spesa pubblica, come la Germania, un nuovo strumento per sbloccare risorse finanziarie in un eventuale stimolo fiscale coordinato a livello dell’Ue.

Il presidente della Commissione Ursula von der Leyen e il vicepresidente per gli affari economici, Valdis Dombrovskis, dovrebbero rivelare le attese misure in una conferenza stampa prevista per le ore 13,00 di oggi.

In seguito a una conference call di emergenza effettuata ieri con i leader Ue, von der Leyen ha già annunciato alcune delle sue proposte chiave, che includono l’uso di fondi esistenti Ue per aiutare i settori in difficoltà e maggiore flessibilità sulle regole di bilancio e sugli aiuti di stato.

Von der Leyen dovrebbe proporre anche un piano per fornire prestiti a basso costo per le aziende a rischio collasso a causa della crisi del coronavirus.

Secondo le regole di bilancio Ue, i governi del blocco devono mantenere il loro deficit al di sotto del 3% del Pil, e devono ridurre il loro debito se è al di sopra del 60% del Pil.

Le norme consentono già agli stati maggiori spese in situazioni d’emergenza. La Commissione dovrebbe ribadire questa possibilità, spiegando chiaramente che l’epidemia di coronavirus giustifica spese eccezionali.

La commissione dovrebbe confermare che le regole sugli aiuti di stato saranno temporaneamente ammorbidite per contrastare il rallentamento causato dal virus, dopo che il Commissario europeo per la concorrenza Margrethe Vestager ha detto martedì che Bruxelles era disposta a offrire sussidi alle imprese in difficoltà.

Durante la crisi finanziaria mondiale del 2008/09, un simile allentamento delle regole ha permesso ai governi di spendere centinaia di miliardi di euro per salvare le banche e riavviare l’economia.

Per assicurare l’efficacia di queste misure è tuttavia cruciale che i governi con maggiore potere di spesa, come la Germania, siano disposti a spendere di più e in modo coordinato.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below