March 3, 2020 / 11:45 AM / a month ago

Gb, governo delinea piano per contenere diffusione coronavirus

LONDRA, 3 marzo (Reuters) - Il governo britannico ha svelato il suo “piano di battaglia” per far fronte alla diffusione del coronavirus, con possibili misure tra cui la chiusura delle scuole, il lavoro a casa e l’annullamento di incontri pubblici per ritardare il picco dell’epidemia.

Finora il Regno Unito ha confermato 39 casi di contagi da coronavirus e il primo ministro Boris Johnson ha dichiarato ieri che “un’espansione molto significativa” è uno scenario possibile.

Il piano del governo prevede che fino a un quinto dei dipendenti potrà assentarsi dal lavoro durante le settimane di punta dell’epidemia, mentre alle aziende potrebbe essere concesso del tempo extra per pagare le tasse in caso di problemi di liquidità a breve termine.

“È molto probabile che il coronavirus si diffonderà più ampiamente nei prossimi giorni e settimane, motivo per cui stiamo facendo tutto il possibile”, osserva Johnson.

Il piano include l’opzione di incoraggiare più telelavoro e rinunciare ai viaggi non necessari nell’ambito di quella che ha definito una strategia di “limitazione dei contatti sociali” per rinviare il picco dell’epidemia fino a quando il servizio sanitario non avrà meno pressioni stagionali con l’aumento delle temperature.

Ciò darà anche più tempo per testare farmaci e sviluppare possibili vaccini, ha spiegato il governo.

Alla fine di questa settimana il governo lancerà una grande campagna di informazione pubblica che illustrerà le misure da prendere per limitare la diffusione del virus, come ad esempio lavarsi le mani in modo regolare.

Downing Street ha affermato che nelle prossime settimane pubblicherà anche una legge che conferirà al governo i poteri necessari per prepararsi e affrontare l’epidemia.

Il ministro della Sanità Matt Hancock ha riferito alla BBC che Londra non ha ancora in programma la cancellazione di incontri pubblici o di grandi eventi sportivi, ma ha detto di non escludere l’introduzione di “zone vietate”.

Tradotto da Redazione Danzica, in Redazione a Milano Cristina Carlevaro, camilla.caraccio@thomsonreuters.com, +48587721396

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below