February 21, 2020 / 10:45 AM / 2 months ago

Btp riducono rialzo insieme a Bund, Pmi tedesco sorprende al rialzo

    MILANO, 21 febbraio (Reuters) - La lettura migliore delle attese del Pmi
tedesco di febbraio -- con un naturale effetto a cascata sulla zona euro --
coglie leggermente in contropiede il mercato obbligazionario, facendo rimbalzare
i rendimenti della curva tedesca rispetto ai minimi degli ultimi quattro mesi.
    ** Il movimento è peraltro ricalcato a perfezione dai benchmark Btp, quindi
non ha conseguenze in termini di spread.
    ** "Oggi occhi puntati sui Pmi negli Usa, dopo che i dati usciti nella zona
euro hanno sorpreso al rialzo (con l'eccezione di quello francese)" scrive la
nota quotidiana a cura di Mps Capital Services.
    ** "In particolare, a soprendere maggiormente è stato il dato tedesco che
tuttavia beneficia, per un anomalo effetto contabile, di un contributo positivo
dell'allungamento nei tempi di consegna dei fornitori (cinesi)" aggiunge.
    ** A completare il quadro macro la lettura definitiva dell'inflazione
europea di gennaio, confermata da Eurostat al tasso annuo di 1,4% -- in
accelerazione, seppur lieve, per il terzo mese consecutivo.
    ** Rivisti invece al ribasso i numeri Istat sull'inflazione di gennaio, sia
a livello di indice Nic sia a livello di tasso armonizzato, quest'ultimo a un
tasso tendenziale di 0,4%, vale a dire un punto pieno al di sotto della media
euro.
    ** In primissimo piano resta però il bollettino medico sul dilagare del
coronavirus, che mantiene gli investitori sulla difensiva, in particolare prima
della pausa del fine settimana.
    ** Testimonia il clima 'risk off' -- con realizzi sull'azionario e flussi di
acquisto sugli invetsimenti rifugio -- la discesa dei rendimenti sulla curva
olandese, passata interamente in territorio negativo poco prima della diffusione
del Pmi di febbraio.
    ** Dal lato dell'offerta, ieri a mercato chiuso Via XX Settembre ha
comunicato che nell'asta di martedì prossimo verranno offerti tra 1,75 e 2,25
miliardi della nona tranche del Ctz novembre 2021, insieme ai Btp indicizzati
maggio 2030 e settembre 2032 per un importo complessivo tra 1 e 1,5 miliardi.
    ** L'agenda odierna prevede invece, sempre a mercato chiuso, l'annuncio sui
quantitivi di Bot semestrali in asta mercoledì. L'ufficio studi UniCredit
ipotizza un ammontare di 6,5 miliardi in linea ai fondi in scadenza.
        
 ore 11:35                RIC                PREZZO     VAR.       REND.%
 FUTURES BUND MAR.                           175,04     0,08       
 FUTURES BTP MAR.                            148,14     0,10       
 BTP 2 ANNI (DIC 21)                         104,24     inv.       -0,198
 BTP 10 ANNI (APR 30)                        104,27     0,11       0,909
 BTP 30 ANNI (SET 49)                        144,57     0,66       1,885
                                                                   
 SPREAD (PB)              RIC                ODIERNA    PRECED.    
 TREASURY/BUND 10 ANNI                       193,3      196,1      
 BTP/BUND 2 ANNI                             45,5       45,6       
 BTP/BUND 10 ANNI                            135,6      135,8      
 valore                   minimo             135,2                 
 valore                   massimo            140,1                 
 BTP/BUND 30 ANNI                            187,2      186,1      
 BTP 10/2 ANNI                               110,7      111,4      
 BTP 30/10 ANNI                              97,6       99,2       
     

 (Alessia Pé, in redazione a Milano Maria Pia Quaglia
)
  
0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below