December 11, 2019 / 11:17 AM / 4 months ago

BTP positivi dopo l'asta Bot, occhi su banche centrali, voto Gb

    ROMA, 11 dicembre (Reuters) - A metà mattina, in una seduta ancora con pochi
volumi, la carta italiana scambia in territorio positivo dopo l'asta Bot che ha
visto il rendimento in calo, con gli occhi puntati su Fed e Bce, voto britannico
ed evolversi del conflitto commerciale Usa-Cina.
    ** Attorno alle 12,15, la forbice tra i tassi Btp e Bund sul tratto a 10
anni si attesta a 153 punti base dai 155 del finale di seduta di
ieri. Il tasso del decennale è a 1,21% da 1,25% dell'ultima
chiusura.
    ** Nell'ultima asta a valuta 2019, il Tesoro ha collocato 6 miliardi di euro
nel Bot a 12 mesi con rendimento ai minimi da ottobre, a -0,191%.

    ** "La parte breve è molto comprata, soprattutto la carta entro l'anno,
quindi l'asta Bot è andata bene. Il mercato sale un po', è una giornata tutto
sommato positiva", commenta un operatore.
    ** "Da qui a fine anno non dovrebbe cambiare molto, salvo sorprese dal
governo. I rendimenti dovrebbero scendere  un po' e avvicinarsi all'1,10%", dice
ancora l'operatore, spiegando che "in generale c'è una certa forza dei
periferici e, ad eccezione dei movimenti dovuti agli acquisti nell'ambito del
Qe, è calma piatta. L'anno prossimo, invece, rischia di tornare alla ribalta la
fragilità italiana".
    ** Sul fronte interno, tregua nella maggioranza sul Mes, con Pd e M5s che
non si oppongono più al voto sulla riforma se verrà introdotta la clausola che
semplifica il processo di ristrutturazione del debito in un Paese in crisi.

    ** In serata è atteso l'annuncio della Fed sui tassi, che dovrebbero restare
invariati. Il mercato si attende semmai indicazioni sulle prospettive economiche
del prossimo anno.
    ** Domani sarà la volta della Bce, con il focus sulla prima conferenza
stampa da presidente di Christine Lagarde.
    ** Si avvicina la scadenza del 15 dicembre, quando dovrebbero scattare nuovi
dazi Usa sulle merci cinesi. Ieri il Wall Street Journal ha scritto che
Washington e Pechino stanno pensando a un rinvio della deadline.
    ** Domani si vota in Gran Bretagna. Secondo un sondaggio di YouGov la
vittoria del premier Boris Johnson, che ha promesso di completare la Brexit
entro il 31 gennaio se otterrà la maggiornaza alle urne, non è più così sicura.

    
 11:56                                                           
 INDICE                   RIC              PREZZO     VAR.       REND.%
 FUTURES BUND MAR.        FGBLc1           172,60     0,37       
 FUTURES BTP MAR.         FBTPc1           143,61     0,49       
 BTP 2 ANNI (OTT 21)      IT2YT=TWEB       104,32     0,04       -0,049
 BTP 10 ANNI (AGO 29)     IT10YT=TWEB      116,28     0,40       1,209
 BTP 30 ANNI (SET 49)     IT30YT=TWEB      131,37     0,76       2,387
                                                                 
 SPREAD (PB)              RIC              ODIERNA    PRECED.    
 TREASURY/BUND 10 ANNI    US10DE10=TWEB    213,80     214,10     
 BTP/BUND 2 ANNI          IT2DE2=TWEB      61,90      64,60      
 BTP/BUND 10 ANNI         IT10DE10=TWEB    153,10     155,20     
 valore                   minimo           153,00                
 valore                   massimo          157,20                
 BTP/BUND 30 ANNI         IT30DE30=TWEB    221,50     222,40     
 BTP 10/2 ANNI            IT10IT2=TWEB     128,40     127,20     
 BTP 30/10 ANNI           IT30IT10=TWEB    118,60     116,70     
 
    (Antonella Cinelli, in Redazione a Milano Cristina Carlevaro)
     
    
0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below