December 4, 2019 / 6:06 PM / 7 months ago

Manovra, governo alza Ires su concessionari, attesi 647 mln in 2020

ROMA, 4 dicembre (Reuters) - Il governo punta ad alzare di tre punti percentuali, dal 24 al 27%, l’aliquota Ires sulle società concessionarie.

Secondo quanto si legge in un emendamento depositato in Senato che modifica la manovra, il gettito atteso ammonta a 647 milioni nel 2020 e a 369,8 milioni nel 2021.

Viene però contestualmente soppressa la stretta sull’ammortamento dei beni gratuitamente devolvibili, prevista all’articolo 91 del disegno di legge, che ha suscitato le proteste dei concessionari autostradali.

L’effetto netto dovrebbe assicurare alle casse dello stato 306 milioni nel 2020 e quasi 200 nei successivi due anni.

L’addizionale di tre punti colpisce società titolari di concessioni autostradali e aeroportuali, per lo sfruttamento di acque minerali, per la produzione e distribuzione di energia elettrica, ferroviarie, di frequenze radiofoniche, radiotelevisive e delle comunicazioni.

Il governo riscrive inoltre la tassa sulla plastica riducendone l’impatto. Il gettito fiscale, per effetto delle modifiche, si riduce di quasi 800 milioni rispetto ai circa 1,1 miliardi attesi inizialmente. (Giuseppe Fonte, in redazione a Roma Angelo Amante)

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below