November 8, 2019 / 10:56 AM / 10 days ago

Gli italiani conoscono poco la finanza e sono avversi al rischio - rapporto Consob

ROMA, 8 novembre (Reuters) - Un italiano su tre non conosce nozioni finanziarie come conto corrente, azioni, obbligazioni o Bitcoin, uno su cinque conosce un po’ più della metà di queste nozioni di base.

È quanto rileva il rapporto Consob del 2019 sulle scelte di investimento delle famiglie italiane, presentato oggi a Roma.

I tre quarti del campione si ritengono cauti in materia finanziaria, con un profilo avverso al rischio e alle perdite. Il 40% degli intervistati si riconosce elevate capacità di gestire le proprie finanze.

Le convinzioni degli intervistati contrastano con la cultura finanziaria delle famiglie italiane. Risulta contenuta la conoscenza di nozioni come inflazione, relazione tra rischio e rendimento, diversificazione e caratteristiche dei mutui, sconosciuta al 21% del campione e padroneggiata solo dal 12% di esso.

Il rapporto evidenzia anche un divario negativo con le competenze digitali della popolazione degli altri Paesi europei rispetto all’Italia. L’uso e la diffusione di internet e degli strumenti di e-commerce restano più limitati.

L’Osservatorio Consob ha raccolto i dati su “L’approccio alla finanza e agli investimenti delle famiglie italiane” intervistando un campione di 3.058 persone, ritenuto rappresentativo degli investitori e decisori finanziari attivi in Italia.

Il 31% del campione risparmia in modo regolare soprattutto per motivi precauzionali. Resta diffusa la tendenza di definire un obiettivo di spesa alla volta, senza la definizione di un piano di risparmio e investimento dettagliato. Ciò avviene per disinteresse nei confronti della pianificazione, o perché si riconosce che la capacità di risparmio è insufficiente.

Alla fine del 2018 una famiglia su tre possedeva almeno uno strumento finanziario come fondi comuni o titoli di Stato italiani, nello specifico nel 26% e nel 18% delle famiglie. La mancanza di risparmio costituisce anche in questo caso il maggior deterrente all’investimento.

Investire in attività immobiliari resta l’ipotesi di investimento più allettante, quali che siano l’orizzonte temporale di riferimento o gli obiettivi di rendimento prefissati. (Andrea Ciociola, in redazione a Roma Stefano Bernabei)

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below