July 9, 2019 / 2:42 PM / 3 months ago

Eurogruppo prova a rilanciare dibattito su piano mutualizzazione debito - fonti

BRUXELLES, 9 luglio (Reuters) - Il presidente dell’Eurogruppo Mario Centeno intende far ripartire il dibattito sul progetto di mutualizzazione del debito a livello di zona euro, creando nuovi strumenti a rischio contenuto per far fronte alla carenza di titoli con un rating di ‘tripla-A’ tra i governativi del blocco.

Lo riferiscono tre fonti Ue, aggiungendo che la proposta di Centeno è stata accolta “con cautela” dall’Eurogruppo ieri.

Il tentativo è di superare l’opposizione dei Paesi contrari all’idea di creare un asset sicuro nella zona euro, offrendo in contropartita uno schema che rende più oneroso per le banche tenere in portafoglio titoli governativi, in modo da limitare l’esposizione al rischio sovrano.

Secondo i funzionari Ue, nella riunione di ieri Centeno ha proposto di creare tre gruppi di lavoro per affrontare le questioni controverse che finora hanno impedito una riforma della zona euro. I lavori dovrebbero concludersi entro dicembre.

Un gruppo si occuperebbe delle problematiche legate al “trattamento regolamentare delle esposizioni sovrane”, specificano le fonti.

I governativi della zona euro sono attualmente catalogati come ‘risk free’, trattamento favorevole rispetto ad altre categorie di titoli e che ha incoraggiato le banche ad accumulare titoli di Stato nei loro bilanci, in particolare dei rispettivi Paesi di appartenenza.

La Germania e gli altri Paesi con debiti pubblici contenuti vogliono rendere la detenzione di titoli di Stato nei portafogli delle banche più costosa, obbligando gli istituti ad accantonare capitale a fronte dei rischio sovrano.

Al contrario paesi come l’Italia, il cui debito è in gran parte nei portafogli delle banche nazionali, temono che una mossa del genere si traduca in una risalita dei rendimenti che metterebbe a repentaglio la sostenibilità finanziaria.

Per convincere i paesi maggiormente indebitati, Centeno avrebbe proposto ai ministri delle Finanze di discutere una revisione del trattamento dei titoli di Stato insieme a un progetto volto a raggruppare parte del debito dei Paesi della zona euro.

Mutualizzando parte dell’indebitamento il rating medio dei bond della zona euro migliorerebbe, attirando maggiore liquidità nell’area e rafforzando il ruolo dell’euro come valuta di riserva, affermano i sostenitori del piano.

La Germania si è a lungo opposta all’idea della creazione di un ‘safe asset’ a livello di zona euro, temendo possa comportare un aumento del costo del debito, mentre l’Italia è a favore del progetto.

Nell’incontro di ieri “un paio” di paesi avrebbero ribadito la propria opposizione al piano ma i lavori sul tema inizieranno comunque, hanno detto i funzionari.

(Francesco Guarascio)

.

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon la parola “Pagina Italia” o “Panorama Italia”.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below