March 18, 2019 / 2:58 PM / 9 months ago

Fisco, Salvini: flat tax per famiglie da 12/15 mld

ROMA, 18 marzo (Reuters) - In vista del Def di metà aprile, quando il governo rivedrà stime di crescita e obiettivi di deficit, la Lega lancia la proposta di una flat tax al 15% sui redditi familiari fino a 50.000 euro.

“Già quest’anno partite Iva, artigiani, liberi professionisti pagheranno solo il 15% con molta meno burocrazia. Lo stesso percorso, non in un colpo solo ma nell’arco di cinque anni, stiamo lavorando affinché riguardi anche le famiglie”, ha detto il leader leghista e vicepremier, Matteo Salvini, questa mattina a Rtl 102.5.

“Con una cifra compresa tra i dodici e i quindici miliardi si darebbe un primo colpo sostanzioso e un abbattimento fiscale, non a tutti ma a tanti”.

Il progetto leghista è una versione aggiornata del quoziente familiare caro ai governi di centro-destra, integrato con un sistema di deduzioni che continui a garantire la progressività dell’Irpef.

I quotidiani nel fine settimana hanno scritto che la flat tax sulle famiglie avrebbe un costo di 59 miliardi secondo elaborazioni del Tesoro.

“Nessuna stima è stata fatta per una riforma che né io né il Mef abbiamo ricevuto. Sono cifre destituite di ogni fondanento, proposte specifiche non sono arrivate e non c’è nulla di nuovo”, ha detto il ministro dell’Economia, Giovanni Tria, a margine di una conferenza all’Agenzia delle entrate.

La flat tax II non sembra convincere neppure il Movimento cinque stelle, alleato della Lega al governo.

“Anche fossero solo 15 miliardi di riforma dell’Irpef, oggi sarebbe insostenibile. Occorre essere realistici rispetto alla situazione economica che c’è oggi”, ha detto Laura Castelli, vice di Tria in quota 5s.

Entro il 10 aprile il governo dovrà presentare il Documento di economia e finanza (Def).

L’ultima stima ufficiale del Tesoro risale a dicembre e indica un target di crescita all’1% nel 2019. Dopo che l’Italia è entrata in recessione nel secondo semestre del 2018, i principali previsori internazionali hanno iniziato a rivedere in peggio le stime. L’Ocse stima un’attività economica in calo di 0,2 punti percentuali quest’anno.

Il target di deficit concordato con l’Europa è il 2,04% del Pil e si basa su una crescita tendenziale di +0,6%.

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon la parola “Pagina Italia” o “Panorama Italia”

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below