January 11, 2019 / 9:42 AM / 3 months ago

Italia, per analisti da Dbrs in arrivo conferma rating, non escluso downgrade outlook

MILANO, 11 gennaio (Reuters) - Se un eventuale downgrade del rating sovrano italiano da parte di Dbrs viene considerato del tutto improbabile da diversi esperti del settore, non viene del tutto escluso un taglio dell’outlook in uno scenario che però non avrebbe impatti significativi sul secondario italiano.

L’agenzia canadese, che pubblicherà il suo giudizio questa sera dopo la chiusura dei mercati Usa, si è espressa sull’Italia lo scorso luglio confermando il giudizio di ‘BBB (high)’ con trend stabile — il più altro tra tutte le altre agenzie considerate dalla Bce e a tre gradini dal ‘non-investment grade’ — e sarà chiamata ad aggiornare la propria valutazione questa sera a mercati chiusi.

Secondo UniCredit, alla base di un taglio dell’outlook ci potrebbe essere “una crescente preoccupazione per le prospettive di crescita nel breve termine e, in particolare, nel medio termine, alla luce della mancanza di ulteriori passi in avanti sull’agenda delle riforme del governo”.

La banca minimizza l’impatto sui Btp di un eventuale taglio dell’outlook dato che sull’Italia “l’agenzia ha il rating più alto e comunque ben oltre la soglia di non-investment grade’”.

Non si aspetta azioni né sul rating né sull’outlook Continuum Economics.

“Non mi sembra che azioni sul rating possano essere giustificate allo stato attuale dato che nei rapporti con l’Ue siamo passati a una fase più costruttiva e con l’avvicinarsi delle elezioni europee dubito che le pressioni sull’Italia aumenteranno”, osserva Gianluca Ziglio, strategist di Continuum Economics.

“Tuttavia i pareri delle agenzie di rating rappresentano il rischio più importante”, avverte Ziglio.

Sui giudizi delle agenzie sono destinate a pesare le prossime mosse del governo italiano dopo che la revisione degli obiettivi di bilancio per il 2019 ha permesso di evitare una procedura disciplinare per debito eccessivo.

Oltre a Dbrs, i primi quattro mesi dell’anno vedranno tutte le altre pronunciarsi in successione sull’Italia: il 22 febbraio sarà la volta di Fitch che recentemente, assieme a S&P, ha lasciato il giudizio invariato a ‘BBB’ ma ha tagliato l’outlook a negativo. Il 15 marzo sarà la volta di Moody’s che lo scorso ottobre ha tagliato il rating a ‘Baa3’ mentre il 26 aprile si pronuncerà S&P.

Sulle eventuali decisioni delle agenzie avranno un peso i dati macro italiani, in particolare quelli relativi alla crescita dopo che Istat ha certificato a fine novembre un calo del Pil del terzo trimestre a -0,1%, il primo dopo 14 trimestri di crescita lasciando intravedere lo spettro di una recessione tecnica.

Di oggi la notizia che la produzione industriale ha registrato a novembre un calo dell’1,6% su mese de del 2,6% su anno, decisamente al di sotto delle attese.

Tornando a Dbrs, un eventuale downgrade non avrebbe impatti in ottica di un declassamento dell’Italia nei rapporti con la Bce: non si verificherebbe pertanto un aumento degli haircut applicati da Francoforte ai governativi italiani portati in rifinanziamento.

A gennaio 2017 infatti, l’Italia ha visto un aumento degli haircut dopo essere scivolata nella categoria più bassa di rating ‘BBB’ da quella ‘AAA/A’ dopo il declassamento operato proprio da Dbrs, ultima agenzia ad avere allora un giudizio ‘A’ (era ‘A low’) sul Paese.

(Sara Rossi)

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon la parola “Pagina Italia” o “Panorama Italia” Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below