December 20, 2018 / 4:12 PM / 10 months ago

PUNTO 1-Antitrust Ue accusa quattro banche di presunto cartello su trading bond

(Aggiunge dichiarazioni Credit Agricole, Credit Suisse, altri dettagli)

BRUXELLES, 20 dicembre (Reuters) - L’Antitrust Ue ha accusato quattro banche, tra cui Deutsche Bank, Credit Agricole e Credit Suisse, di avere formato un cartello sul trading dei cosiddetti bond SSA (supra-sovereign, sovereign, agency) denominati in dollari nel periodo dal 2009 al 2015.

La Commissione Ue non ha pubblicato i nomi delle banche coinvolte che potrebbero incorrere in multe fino al 10% del giro d’affari complessivo se venisse verificata una violazione delle norme Ue sulla concorrenza.

Tuttavia, interpellata sulla vicenda Deutsche Bank ha affermato di avere collaborato in modo proattivo con la Commissione e di non aspettarsi una sanzione finanziaria.

Credit Agricole ha dichiarato di avere ricevuto da parte della Commissione una ‘comunicazione degli addebiti’ in merito all’indagine sul presunto cartello nel mercato secondario dei bond SSA.

La capogruppo e la sua banca d’affari esamineranno i documenti e risponderanno agli addebiti, ha specificato l’istituto.

Sulla stessa linea, anche Credit Suisse ha detto che continuerà a collaborare con la Commissione.

“Non crediamo che i dipendenti di Credit Suisse siano coinvolti in comportamenti anticoncorrenziali e speriamo di fugare le preoccupazioni sollevate dalla Commissione Ue”, ha affermato l’istituto svizzero in una nota.

“A prescindere dai timori della Commissione, dal punto di vista di Credit Suisse si tratta solamente di trading effettuato da un singolo ex dipendente che ha lasciato la banca all’inizio del 2016”, aggiunge la banca.

Secondo le normativa Ue sul ‘whistleblowing’, chi denuncia o segnala comportamenti in violazione delle leggi non viene sanzionato.

La Commissione ha specificato che l’indagine riguarda le condotte di alcuni trader presso le quattro banche e che questo non implica che i presunti comportamenti anticoncorrenziali fossero una pratica generale tra i trader attivi in queste categorie di bond.

“Le quattro banche si sono scambiate informazioni commercialmente sensibili e si sono coordinate sui prezzi dei bond supra-sovereign, sovereign e agency, noti come ‘bond SSA’, denominati in dollari”, spiega la Commissione Ue.

“Questi contatti sarebbero avvenuti principalmente attraverso chatroom online”, aggiunge.

La definizione di bond SSA raccoglie tre tipologie di titoli: i ‘supra-sovereign”, ovvero i bond emessi da istituzioni sovranazionali o agenzie (come ad esempio la Bei); ‘sovereign’, emessi da governi nazionali ma regolati sotto altre giurisdizioni o denominati in altre valute; e ‘agency’ (o sub-sovereign) emessi da agenzie governative e autorità pubbliche sotto il livello del governo centrale, come ad esempio banche regionali di sviluppo.

.

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon la parola “Pagina Italia” o “Panorama Italia”.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below