December 19, 2018 / 1:10 PM / a year ago

PUNTO 2-Italia sigla intesa con Ue, niente procedura di infrazione per ora

* Dombrovskis: Non è una soluzione ideale

* Italia e Ue annunciano misure correttive per oltre 10 mld

* Bruxelles può tornare sui suoi passi a gennaio (Accorpa pezzi e aggiunge contesto)

di Francesco Guarascio e Giuseppe Fonte

BRUXELLES/ROMA, 19 dicembre (Reuters) - La Commissione europea ha raggiunto un accordo con l’Italia sulla manovra per il 2019 che disinnesca, nell’immediato, l’avvio di una procedura di infrazione.

L’esito del negoziato, “caratterizzato da forti connotazioni politiche” secondo il premier Giuseppe Conte, si sostanzia in misure del valore di 10,25 miliardi, fra le quali spicca l’introduzione di una nuova web tax sui servizi digitali.

“La soluzione non è ideale. Non offre una soluzione di lungo termine ai problemi economici dell’Italia. Ma in questo momento ci permette di evitare una procedura per deficit eccessivo”, ha detto il vice presidente dell’esecutivo comunitario, Valdis Dombrovskis, in conferenza stampa assieme al commissario economico Pierre Moscovici.

L’Italia ridurrà quindi il disavanzo ad un valore intorno al 2,04% del pil nel 2019, ma “senza modificare contenuti, platea dei destinatari e tempi di attuazione degli interventi più importanti”, ha sostenuto in Senato il presidente del consiglio italiano.

Sia il reddito di cittadinanza sia quota 100, l’accesso anticipato alla pensione con 62 anni di età e 38 di contributi, “partiranno da fine marzo” stando ad una fonte di Palazzo Chigi.

Bruxelles monitorerà le prossime mosse dell’Italia. Dombrovskis ha avvertito che la procedura potrebbe essere avviata a gennaio se le misure concordate non dovessero essere ratificate dal Parlamento.

UNA VITTORIA DI PIRRO?

L’Italia ha ridotto le stime di crescita all’1% sia nel 2018 sia nel 2019, a fronte rispettivamente di 1,2% e 1,5%. La minor crescita si ripercuote “anche positivamente sull’entità della correzione strutturale richiesta dal Patto di stabilità e di crescita”, ha detto Conte.

Al netto del ciclo e delle una tantum, infatti, il deficit resta sugli stessi livelli del 2018 mentre nella precedente bozza di manovra mostrava un deterioramento di 0,8 punti percentuali di pil.

Roma, secondo le raccomandazioni europee di luglio, avrebbe dovuto tagliare di 0,6 punti il saldo strutturale.

I mercati hanno festeggiato l’intesa. I rendimenti del Btp decennale sono scesi al 2,79% dal 2,83% di prima dell’annuncio.

In un report intitolato ‘Vittoria di Pirro’, Barclays dice che l’intesa dovrebbe continuare a sostenere l’umore del mercato nel breve termine. “Nel 2019, tuttavia, con una rinnovata attenzione alla crescita e alle esigenze di rifinanziamento, ci aspettiamo ulteriori sfide”.

SALGONO LE CLAUSOLE DI SALVAGUARDIA

A garanzia degli impegni con Bruxelles, il governo accantonerà nel bilancio del 2019 circa 2 miliardi. Le somme torneranno ad essere disponibili nel caso in cui, in corso d’anno, il monitoraggio dei conti evidenzi l’assenza di scostamenti.

“Abbiamo sempre detto che la nostra manovra è rigorosa e conseguentemente rigoroso sarà anche il monitoraggio”, ha detto Conte.

Dal lato delle entrate saranno riviste le clausole di salvaguardia, cioè gli aumenti di iva e accise a garanzia dei saldi, per gli anni 2020-2021.

Dopo le modifiche del Senato il gettito atteso, spiega una fonte governativa, dovrebbe salire a 19,2 miliardi nel 2020 e a quasi 20 nel 2021, livelli analoghi a quelli che Lega e M5s hanno ereditato dal Pd.

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon la parola “Pagina Italia” o “Panorama Italia” Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below