November 29, 2018 / 5:50 PM / 11 days ago

Italia, maggior deficit non si traduce necessariamente in più crescita-Villeroy

ROMA, 29 novembre (Reuters) - Aumentare il budget di spesa per l’Italia non si tradurrà automaticamente in una crescita più elevata e il debito pubblico non può salire all’infinito.

Così il presidente della banca centrale francese Francois Villeroy de Galhau in visita a Roma.

“Se deficit e debito fossero le chiavi per la crescita, allora due paesi come Francia e Italia sarebbero campioni di crescita in Europa. Sfortunatamente non è questo il caso”, ha detto Villeroy.

“Nel breve termine un deficit più alto non necessariamente avrà un impatto positivo sulla crescita, se è accompagnato da un più alto premio per il rischio sui tassi di interesse”, ha aggiunto.

“Nel più lungo termine nessun paese può consentire che il proprio debito pubblico cresca all’infinito. A parte il rischio di default, è anche una questione di equità”, ha concluso Villeroy, che è indicato tra i possibili candidati a succedere a Mario Draghi alla presidenza della Bce.

Infine all’Italia, secondo Villeroy, serve essere impegnata sull’euro per costruire un blocco basato su più solidarietà.

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon la parola “Pagina Italia” o “Panorama Italia”

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below