November 23, 2018 / 2:03 PM / 21 days ago

Bankitalia: rialzo tassi può vanificare effetti manovra, incorpora rischio uscita da euro

ROMA, 23 novembre (Reuters) - Il forte rialzo dei rendimenti dei titoli di Stato è dovuto all’incertezza sull’orientamento delle politiche economiche e può vanificare gli effetti positivi sull’economia della manovra di bilancio, secondo la Banca d’Italia.

“Le condizioni di liquidità del mercato secondario dei titoli di Stato sono più tese rispetto ai primi mesi dell’anno ed è aumentata la volatilità infragiornaliera delle quotazioni”, si legge nel rapporto sulla stabilità finanziaria.

Il protrarsi delle tensioni commerciali fra paesi accresce il grado di incertezza degli operatori, con possibili ripercussioni negative sull’attività economica e sui mercati, dice Bankitalia.

In Italia i principali rischi per la stabilità finanziaria derivano dalla scarsa crescita e dall’elevata incidenza del debito pubblico sul prodotto.

Ciò nonostante, la capacità dell’Italia di fronteggiare shock finanziari avversi è comunque sostenuta da diversi elementi come il basso indebitamento del settore privato e l’elevata vita media residua del debito pubblico, spiega il rapporto.

La legge di Bilancio aumenta l’indebitamento netto di 1,2 punti di pil rispetto al livello tendenziale nel 2019 e determinerebbe, nelle valutazioni del governo, una maggiore crescita di circa 0,6 punti.

Tuttavia, dice Bankitalia, “il rialzo dei tassi registrato da maggio rischia di vanificare l’impulso espansivo atteso dalla politica di bilancio”.

I timori del mercato hanno a che vedere anche con il rischio di ridenominazione del debito in una valuta diversa dall’euro, “che non si riscontra in altri paesi dell’area”.

L’innalzamento dei rendimenti ha implicazioni dirette e rilevanti anche per le famiglie e per le imprese. Il deprezzamento dei titoli riduce il valore degli investimenti in attività finanziarie.

Nella fase di elevata tensione dei mercati del 2010-2011, un aumento dello spread di 100 punti base ha determinato nell’arco di un trimestre rialzi dei tassi di interesse pari a circa 70 punti base per i prestiti alle imprese non finanziarie e di 30 punti base per i mutui alle famiglie.

“L’incremento dei rendimenti dei titoli pubblici si è inoltre associato in passato a una significativa riduzione del tasso di crescita dei prestiti concessi alle imprese dalle banche italiane”.

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon la parola “Pagina Italia” o “Panorama Italia”

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below