October 18, 2018 / 3:37 PM / 2 months ago

PUNTO 1-Dl fiscale, sale nel governo la tensione tra M5s e Lega

(Aggiunge contesto e dichiarazioni ministro Fraccaro, riscrive, cambia titolo)

ROMA, 18 ottobre (Reuters) - Sale la polemica tra Lega e Movimento 5 Stelle sul testo del decreto legge fiscale approvato lunedì sera in Consiglio dei ministri, che secondo il leader pentastellato e vice premier Luigi Di Maio avrebbe subito delle modifiche non concordate tra i due partiti di governo.

Alle accuse lanciate ieri sera da Di Maio a Porta a Porta, che aveva denunciato l’inserimento nel decreto di uno scudo fiscale e di una non punibilità per chi evade, il Carroccio aveva replicato dicendo di non sapere nulla di “decreti truccati”.

Questo pomeriggio a Bolzano, l’altro vice premier e leader leghista Matteo Salvini ha assicurato che “il decreto fiscale non cambia, ognuno si prenda le sue responsabilità”.

Se gli alleati negano ogni addebito, i 5 Stelle rimangono convinti che ci siano stati interventi non autorizzati sul testo.

“Nel testo del decreto fiscale sono state inserite norme non concordate in Consiglio dei Ministri”, ha detto il ministro per i Rapporti con il parlamento Riccardo Fraccaro.

“Se qualche nostalgico del passato pensa di fermare il cambiamento si sbaglia, quelle norme spariranno. Alle Camere invierò solo un testo pulito: con noi niente scudi né condoni”, ha aggiunto l’esponente pentastellato, mentre il sottosegretario M5s alla presidenza del Consiglio Stefano Buffagni su Twitter scriveva: “No a salvacondotti per riciclaggio o attività illecite”.

Ieri il premier Giuseppe Conte aveva tentato di abbassare la tensione, facendo sapere di aver bloccato l’invio del testo al Quirinale per esaminarlo al meglio. Di Maio aveva ipotizzato che fosse già stato inviato al presidente della Repubblica per la firma, ma dal Colle negavano di aver ricevuto alcunché .

Il testo licenziato in cdm lunedì prevede che attraverso la nuova dichiarazione integrativa e una tassazione del 20%, gli evasori possano far emergere il reddito non dichiarato fino ad un massimo del 30% in più rispetto all’imponibile dell’anno precedente, con un tetto di 100.000 euro. Di Maio aveva inoltre garantito un inasprimento delle sanzioni per gli evasori .

Nel frattempo, a Bruxelles, il briefing con la stampa di Conte, previsto tra le 16 e 30 e le 17, è stato rimandato per sopraggiunti e non meglio specificati impegni del presidente del Consiglio.

(Angelo Amante)

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon la parola “Pagina Italia” o “Panorama Italia” Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below