September 18, 2018 / 7:51 AM / 3 months ago

Banche zona euro devono ancora ridurre stock crediti deteriorati - Draghi

FRANCOFORTE, 18 settembre (Reuters) - Gli istituti di credito della zona euro devono ulteriomente ridurre lo stock dei crediti deteriorati in modo da migliorare le condizioni di finanziamento, rafforzando i propri margini e rendendosi più competitivi.

Lo dice il presidente Bce Mario Draghi in un intervento nella capitale francese.

“Le banche con un elevato livello di sofferenze... hanno mantenuto basso il livello degli impieghi perché hanno una capacità limitata di accumulare capitale. In maniera analoga, i bassi margini e l’incertezza sulla valutazione dei crediti deteriorati riducono l’attrattiva delle operazioni cross-border”, spiega.

Lo smaltimento dei crediti deteriorati è sempre stato una delle priorità per la Banca centrale europea: lo stock di Npl risulta a livello di zona euro in calo di circa un terzo rispetto al massimo storico intorno ai 1.000 miliardi di euro, ma resta più elevato rispetto a quello delle banche Usa.

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon “Pagina Italia” o “Panorama Italia”

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below