July 12, 2018 / 2:09 PM / a month ago

SCHEDA- Il decreto dignità dopo il via libera della Ragioneria

ROMA, 12 luglio (Reuters) - La Ragioneria generale dello Stato ha dato il via libera alle coperture contenute nel decreto dignità.

Varato il 2 luglio, il testo deve essere promulgato dal capo dello Stato, l’ultimo passaggio prima dell’entrata in vigore con la pubblicazione in Gazzetta ufficiale.

La Camera ha calendarizzato per martedì 24 l’avvio dell’esame in aula, a meno di due settimane dalla pausa estiva.

SALTA OBBLIGO CAUSALE IN RINNOVI CONTRATTI STAGIONALI

Il decreto ha suscitato l’opposizione delle imprese perché contiene riduce a 24 mesi da 36 la durata massima dei contratti a termine. Per i primi 12 mesi non serve la causale ma l’eventuale rinnovo per altri 12 mesi al massimo sarà possibile solo a fronte di esigenze temporanee e limitate. È possibile stipulare da subito un unico contratto con scadenza a due anni.

Il numero massimo di proroghe scende da 5 a 4.

Il testo ‘bollinato’ dalla Ragioneria non prevede la causale per rinnovare o prorogare i contratti stagionali, diffusi soprattutto in agricoltura e turismo.

Nel corso dell’esame parlamentare potrebbero essere reintrodotti i voucher, sempre per i lavori stagionali.

COSTI PIÙ ALTI IN CASO DI RINNOVO

Confermato l’indennizzo per i lavoratori ingiustamente licenziati, che sale nel minimo a sei mensilità (da quattro) e nel massimo a trentasei mensilità (da ventiquattro).

Il contributo addizionale dell’1,4%, calcolato sulla retribuzione imponibile a fini previdenziali, sale di 0,5 punti per ciascun rinnovo del contratto a tempo determinato.

PIÙ TASSE SU GIOCHI

Il testo aggiornato aumenta le tasse su slot e videolottery (vlt) per far fronte principalmente ai minori introiti legati al divieto di pubblicità sui giochi d’azzardo, quantificati in 147 milioni nel 2019 e 198 dal 2020.

Il Prelievo erariale unico (Preu) sale infatti dal primo settembre 2018 di 0,25 punti percentuali, al 19,25% sulla raccolta delle slot e al 6,25% sulle vlt. Dal primo maggio 2019 le aliquote aumentano ulteriormente al 19,5 e al 6,5%.

Il divieto di pubblicità sarà valido “su qualunque mezzo, incluse le manifestazioni sportive, culturali o artistiche, le trasmissioni televisive o radiofoniche, la stampa quotidiana e periodica, le pubblicazioni in genere, le affissioni ed internet”. Sono fatti salvi i contratti in essere alla data di entrata in vigore del decreto.

CONTRASTO ALLA DELOCALIZZAZIONE

Dovranno restituire i sussidi ricevuti le imprese che trasferiscono l’attività all’estero, in Stati non appartenenti all’Unione europea, “entro cinque anni dalla conclusione dell’iniziativa agevolata”.

Sono previste anche sanzioni “da due a quattro volte l’importo dell’aiuto fruito”.

NIENTE SPLIT PAYMENT PER PROFESSIONISTI, CAMBIA REDDITOMETRO

Lo split payment, in base al quale sono le pubbliche amministrazioni a versare l’Iva all’Erario e non il fornitore, viene soppresso per i professionisti.

M5s sarebbe favorevole a eliminare integralmente lo split payment ma le coperture sarebbero ingenti: l’Agenzia delle entrate ha calcolato infatti che lo split payment abbia aumentato il gettito Iva di circa 3,5 miliardi tra 2015 e 2016.

L’articolo 11 cambia le scadenze legate allo spesometro, la comunicazione al fisco dei dati sulle fatture emesse e ricevute.

I dati relativi al terzo trimestre 2018 vanno trasmessi entro il 28 febbraio 2019. Per chi sceglie l’invio a cadenza semestrale, i termini sono fissati al 30 settembre 2018 per il primo semestre e al 28 febbraio per il secondo semestre.

Lo spesometro cesserà di essere in vigore dal 2019, quando entrerà a regime la fatturazione elettronica.

(Giuseppe Fonte)

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon la parola “Pagina Italia” o “Panorama Italia”

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below