June 14, 2018 / 6:38 AM / 4 months ago

BOND EURO-Future Bund in lieve calo, Btp accenna rialzo in attesa Bce

    MILANO, 14 giugno (Reuters) - Avvio nel segno di una leggera
divaricazione per i future su Bund e Btp, con i primi che
accennano un lieve calo, mentre le attese del mercato sono
concentrate sulla riunione di politica monetaria della Bce, con
la successiva conferenza stampa del presidente Mario Draghi da
cui, secondo una parte del mercato, potrebbero arrivare
indicazioni formali sul percorso di chiusura del Qe.  
    ** Come mostrato anche dall'ultimo sondaggio Reuters, il
consensus è per un azzeramento del programma entro fine 2018,
con un'ampia maggioranza di economisti che indica il termine di
dicembre. La Bce ha finora evitato di impegnarsi su date
precise, ma dopo recenti dichiarazioni di tono restrittivo di
diversi suoi esponenti, si è cominciata a prezzare la
possibilità che la banca centrale fornisca già ora un segnale
più preciso             . Sul fronte tassi, le aspettative sono
per un primo intervento sulla deposit facility nel secondo
trimestre del 2019 (probabilmente a giugno) e per un rialzo di
quello principale nel trimestre successivo             .
    ** L'obbligazionario italiano affronta l'appuntamento Bce in
un clima di minore tensione, grazie alle recenti rassicurazioni
giunte dal governo su euro e conti pubblici, che hanno anche
permesso al Tesoro di superare senza grossi problemi le aste, al
di là dello scontato rialzo dei rendimenti. Oggi, con le
riaperture riservate agli specialisti delle aste di ieri, si
chiude la tornata d'aste italiane di metà giugno.
    ** Sul fronte macro, in arrivo oggi i dati finali di maggio
sull'inflazione in Germania e Francia, che contribuiranno a far
capire quanto decisa e rapida potrà essere la banca centrale
nella progressiva rimozione dello stimolo monetario. Il dato
tedesco ha già confermato le cifre preliminari             . Per
la Francia si parte da una stima flash da 2,3%, massimo da
agosto 2012 (dati armonizzati). 
    ** In linea alle aspettative di mercato e analisti, al
termine del Fomc la Fed ha deciso di aumentare il costo del
denaro di un quarto di punto, portando il tasso di riferimento
sui Fed Fund a 1,75%-2,00%. Si tratta della seconda stretta da
un quarto di punto nel 2018 dopo quella analoga di marzo, una
decisione che è stata adottata all'unanimità. La banca centrale
Usa vede altri due rialzi nel 2018, per un totale di quattro
nell'anno, e tre rialzi nel 2019. Definisce inoltre la crescita
economica solida mentre prima l'aveva descritta come moderata e
ribadisce che la politica monetaria resta accomodante.
    
 ========================= ORE 8,25 ===========================
 FUTURES EURIBOR GIUGNO               100,320 ( inv. ) 
 FUTURES BUND SETTEMBRE               159,92  (-0,15)          
 FUTURES BTP SETTEMBRE                125,34  (+0,10)      
 BUND 2 ANNI                          101,137 (+0,005)  -0,013% 
 BUND 10 ANNI                         100,142 (-0,118)   0,485% 
 BUND 30 ANNI                         101,922 (-0,220)   1,174% 
 
 ==============================================================
     
Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con
quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare
nel Search Box di Eikon "Pagina Italia" o "Panorama Italia"
Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le
top news anche su www.twitter.com/reuters_italia
0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below