May 10, 2018 / 9:07 AM / 12 days ago

Mattarella ammonisce sovranisti, Ue unica risposta a difficili test nostri tempi

ROMA, 10 maggio (Reuters) - Mentre proseguono le trattative per la formazione di un possibile governo M5s-Lega, il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha mandato oggi un forte messaggio ad sovranisti ed euroscettici, affermando che l’Unione Europea è l’unica risposta alle “difficili” sfide internazionali.

Il capo dello Stato ha difeso la scelta dell’euro come moneta comune, ha elogiato la politica della Banca centrale europea, e ha detto che occorre sottrarsi alla “narrativa sovranista che prospetta soluzioni tanto seducenti quanto inattuabili”.

“Tutti sanno che nessuna delle grandi sfide, alle quali il nostro continente è oggi esposto, può essere affrontata da un qualunque Paese membro dell’Unione, preso singolarmente”, ha detto il presidente nel suo discorso alla conferenza annuale di Fiesole sullo Stato dell’Unione, citando prima di tutto le tensioni dovute all’emigrazione e i rischi di guerra commerciale.

Ma Mattarella ha accennato anche “all’energia, al cambiamento climatico, alla rivoluzione digitale, alle disuguaglianze economiche, al contrasto al terrorismo... alla criminalità organizzata”.

“La risposta a tutti questi difficili test è una sola: Unione Europea”, ha concluso il presidente.

Il discorso di Mattarella, pur senza riferimenti specifici alla situazione italiana, è suonato come un chiaro monito a M5s e alla Lega. Le due formazioni hanno spesso flirtato con l’idea di uscire dall’euro e, soprattutto la Lega, hanno rivendicato la priorità dell’interesse nazionale.

“Pensare di farcela da soli è pura illusione, o peggio inganno consapevole delle pubbliche opinioni”, ha aggiunto Mattarella. “L’irrilevanza delle politiche di ciascun singolo Paese europeo, fuori dal quadro di riferimento continentale, emergerebbe immediatamente”.

“Abbiamo una moneta capace di costituire un punto di riferimento concreto sul piano internazionale, un ruolo che nessuna moneta nazionale potrebbe svolgere”, ha detto ancora il presidente, che ha parlato anche della “saggia politica di accompagnamento della ripresa economica” da parte della Bce.

Mattarella, che ha invocato il recupero della “solidarietà europea”, non ha però mancato di lesinare critiche ai governi nazionali. “In realtà le scelte, anche quelle discutibili, sono sempre state frutto del confronto democratico tra i governi in sede di Consiglio Europeo, con il concorso del Parlamento Europeo”, ha detto, contestando la prassi di accusare la “burocrazia” di Bruxelles per le scelte non gradite.

E il presidente ha criticato anche “l’enfasi prestata negli ultimi anni agli aspetti esclusivamente economici dell’integrazione”, perché ha contribuito al rafforzarsi di una narrativa negativa”. “L’economia deve essere parte di una visione politica del percorso di integrazione”, ha ammonito.

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon la parola “Pagina Italia” o “Panorama Italia” Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below