April 20, 2018 / 12:13 PM / in a month

Titoli Stato Italia, in 2018 emissioni per 400 mld, non tensioni da fine Qe - Iacovoni

ROMA, 20 aprile (Reuters) - Il Tesoro italiano emetterà titoli di Stato nel corso del 2018 per una cifra complessiva compresa tra 390 e 400 miliardi di euro.

Lo ha detto il neoresponsabile del debito pubblico Davide Iacovoni, succeduto in febbraio a Maria Cannata, aggiungendo che le scadenze del 2018 ammontano a circa 30 miliardi in meno rispetto a quelle del 2017.

Limitatamente alle scadenze a medio lungo termine, quindi escludendo i Bot, l’importo dei titoli emessi nel 2018 sarà compreso tra 240 e 250 miliardi, prevede Iacovoni.

In un briefing con la stampa il nuovo numero uno del dipartimento del Tesoro ha spiegato che la situazione attuale di incertezza politica non si è tradotta in un rialzo dei tassi e che al momento il “driver” principale del mercato appare essere la percezione di un paese, l’Italia, che vede un rafforzamento della crescita, ha fatto riforme ed è riuscito a stabilizzare il rapporto debito/Pil.

“Ritenevamo che il 2018 potesse essere un anno importante per una risalita dei tassi, moderata e graduale ma comunque su livelli diversi da 2017, ma così non è stato” spiega. “Sia sul mercato primario sia sul secondario la situazione è estremamente positiva, i flussi sempre forti e anche sbilanciati verso la parte a lungo termine della curva”.

Iacovoni registra inoltre, dalla fine del 2017, un “cambio di mood” da parte degli investitori asiatici. “La svolta è stata con l’upgrade del rating sovrano da parte di S&P. Quella giapponese è però ancora una presenza opportunistica, non strutturale, mentre da altre aree asiatiche, come la Cina o le banche centrali, c’è stata domanda sempre abbastanza stabile”.

VITA MEDIA DEBITO

In relazione alla durata media del debito, Iacovoni ha spiegato che è attualmente pari a 6,91 anni, contro i 6,9 di fine 2017 e i 6,76 di fine 2016. Prima della crisi del debito, nel 2010, la vita media era di 7,2 anni.

“Avendo meno scadenze quest’anno sarà più difficile aumentare velocemente la vita media. Siamo prudenti, prevediamo per fine anno un consolidamento di questi risultati, forse qualche decimo di punto in più ma non oltre” spiega.

FINE QE

Riguardo le prospettive sui tassi legate alla prossima fine del Qe della Bce, attesa entro fine anno, Iacovoni osserva che già da gennaio l’Eurosistema ha dimezzato gli acquisti.

“Guardando i dati si capisce che c’è già un processo di sostituzione (degli acquisti Bce) da parte del mercato” spiega.

“Il mercato ha già prezzato lo scenario di un Qe che viene scalato nei prossimi mesi, la situazione è molto sotto controllo, non vediamo possibilità che questo vada ad alterare le nostre previsioni” prosegue.

Iacovoni ha infine spiegato che non ci sono dati certi su quanti titoli acquistati nell’ambito del Qe arriveranno a scadenza e saranno quindi reinvestiti in debito italiano dalla Bce. Ma le simulazioni interne condotte dal Tesoro, osserva, evidenziano “poche scadenze da reinvestire nel 2018 ma molte di più nel 2019 e nel 2020”.

(Giulio Piovaccari, Giuseppe Fonte)

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon “Pagina Italia” o “Panorama Italia”

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

Riultagti elezioni non ci hanno smetito,. Incertezza rimane, ma questa icnertezza non si è materilizzata in termini di andmaneto mercato

Riultagti elezioni non ci hanno smetito,. Incertezza rimane, ma questa icnertezza non si è materilizzata in termini di andmaneto mercato

Qurst’anno 30 miliardi di me nso di scadenza

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below