April 17, 2018 / 3:31 PM / 4 months ago

PUNTO 1-Intesa, deal Intrum stabilizza mercato npl Italia, ora banca leader Europa-Ceo

(Accorpa pezzi)

di Gianluca Semeraro

MILANO, 17 aprile (Reuters) - La partnership strategica siglata tra Intesa Sanpaolo e Intrum Justitia nella gestione dei non performing loan stabilizza il mercato in Italia e rende esplicito che le sofferenze possono essere vendute ai valori di carico.

Lo ha detto il Ceo di Intesa Carlo Messina nella conferenza stampa di presentazione dell’accordo.

La partnership, che oggi ha ricevuto l’avallo del Cda Intesa, prevede l’integrazione delle piattaforme italiane delle due società con circa 40 miliardi di euro in servicing e la cessione a Intrum di 10,8 miliardi di euro di sofferenze a un prezzo pari al 28,7%, in linea con i valori di carico.

La nuova piattaforma sarà partecipata al 51% da Intrum, mentre Intesa avrà il 49%.

L’operazione, che dovrebbe chiudersi a novembre, prevede la successiva cartolarizzazione dei crediti ceduti: una tranche senior, pari al 60% del portafoglio, verrà sottoscritta da un gruppo di primarie banche, mentre le tranche junior e mezzanine, pari al restante 40% del portafoglio, saranno sottoscritte per il 51% da un veicolo, condiviso tra Intrum (con l’80%) e CarVal Investors, e per il 49% da Intesa.

DEAL MOSTRA CHE NPL POSSONO ESSERE CEDUTI A VALORI CARICO

“Dopo la tempesta perfetta sugli npl con dismissioni a valori tali da garantire un rendimento del 20% ai private equity con un approccio speculativo, si entra ora in una logica industriale. Questa operazione stabilizza le condizioni del mercato degli npl in Italia. Si rende esplicito che i valori di bilancio sono rappresentativi dei valori delle sofferenze che quindi possono essere vendute ai valori di carico”, ha detto Messina indicando come rendimento “ragionevole” in una logica industriale un range tra 5 e 10%.

Il banchiere ha più volte sottolineato l’aspetto industriale dell’operazione: “Non stiamo uscendo dal recupero crediti e dal servicing, ma restiamo al 49% in una grande entità. Accompagnarci al migliore in Europa è la miglior soluzione per diventare leader in Italia. Ci sono decine di miliardi di euro aggredibili con la combinazione Intesa-Intrum”.

Messina ha poi spiegato che nell’operazione non sono compresi crediti verso clienti che possono tornare in bonis che restano invece nel core business della banca né grandi dossier come Alitalia o altri.

RAGGIUNTI TARGET PIANO, POSSIBILE ACCELERAZIONE RECUPERO

Con l’operazione Intesa, che porta a casa una plusvalenza di 400 milioni, di fatto raggiunge gli obiettivi del piano al 2021 che vede uno stock di deteriorati dimezzato a 26,4 miliardi e un npe ratio al 6% (scende al 9,6% con il deal Intrum).

“Abbiamo ridotto di 10,8 miliardi, ne restano 15 in quattro anni. Negli ultimi due anni abbiamo ridotto di 13 miliardi. Nei prossimi quattro anni dobbiamo fare il lavoro che abbiamo fatto negli ultimi due anni ma con coperture più alte”, ha spiegato Messina. “Ritengo anzi che ci siano margini per poter accelerare il percorso di recupero del credito”, mentre non sono previste altre grandi dismissioni.

Il Ceo di Intrum, Mikael Ericson, ha detto poi che per la tranche senior l’utilizzo della Gacs non appare necessario ma si è riservato di valutare questa opzione in una fase successiva.

NPL ERA NOSTRA DEBOLEZZA, ORA SIAMO LEADER IN EUROPA

“È un momento importante. Nel piano abbiamo indicato che vogliamo diventare la banca numero uno in Europa e riteniamo di avere tutte le caratteristiche. L’unico elemento di debolezza era rappresentato dallo stock di npl. Dopo la forte pressione con l’addendum Bce abbiamo deciso di reagire rapidamente e sanare questo punto di debolezza”, ha poi spiegato Messina.

“Ora la sommatoria di sofferenze, level 2, level 3 e repossessed assets ci porta a essere la miglior banca in Europa”, ha concluso, perché i due principali competitor, Banco Santander e BNP Paribas hanno numeri alla portata di Intesa come sofferenze ma “Santander ha i repossessed assets, mentre BNP ha i level 2 e i level 3”.

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon la parola “Pagina Italia” o “Panorama Italia”

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below