February 23, 2018 / 11:44 AM / 8 months ago

PUNTO 1-Banche, in bozza Commissione Ue 8 anni per rettificare Npl coperti da garanzia - fonte

* Per Ue, accantonamenti crescenti per arrivare a 100% copertura

* Crediti deteriorati unsecured svalutati in 2 anni, 35% al primo

* A metà marzo linee guida Bce, non chiaro se armonizzate con Ue (aggiunge dettagli, contesto, commenti)

di Stefano Bernabei

ROMA, 23 febbraio (Reuters) - La bozza della Commissione Ue sui nuovi criteri di rettifica dei crediti deteriorati dà 8 anni di tempo alle banche per portare al 100% gli accantonamenti di un credito coperto da garanzie e due anni per i crediti non garantiti.

Lo prevede il testo preparato dagli sherpa della Commissione Ue, secondo quanto riferito a Reuters da una fonte che sta seguendo il dossier.

Per entrambe le categorie di prestito è prevista una progressione crescente delle coperture, in particolare le posizioni deteriorate di crediti non garantiti dovranno avere il 35% di accantonamento al primo anno.

La Commissione non ha commentato.

L’esecutivo Ue dovrebbe diffondere il 13 marzo la sua proposta di primo pilastro per i nuovi criteri di copertura in bilancio di crediti deteriorati delle banche europee.

La vigilanza della Bce ha invece elaborato un addendum alle sue linee guida, di secondo pilastro, quindi non vincolanti e da applicarsi caso per caso, che è atteso per il 14 marzo.

Le linee guida della Bce, messe in consultazione, prevedono finora la svalutazione al 100% in 7 anni per i crediti assistiti da garanzia e in 2 anni per quelli non garantiti, con una progressione lineare.

BATTAGLIA IN CORSO

Non è chiaro se la Bce alla fine deciderà di far convergere la sua proposta su quella più flessibile indicata nella bozza della Commissione.

“La battaglia è in corso”, commenta una seconda fonte a conoscenza di questa materia.

All’inizio di questo mese la responsabile della supervisione bancaria della Bce Daniele Nouy ha detto che il primo di aprile potrebbe essere la data di entrata in vigore dell’addendum, il cui contenuto definitivo potrebbe essere svelato il 14 marzo.

Si applicherà, secondo quanto indicato finora, ai nuovi crediti deteriorati anche se derivanti da prestiti esistenti.

Le regole della Commissione Ue, invece, riguardano crediti deteriorati di nuovi prestiti.

All’inizio della settimana il vice direttore di Bankitalia Fabio Panetta ha detto che le proposte di Commissione europea e vigilanza della Bce, dovranno essere adeguatamente coordinate per evitare che generino confusione sul mercato.

La bozza predisposta dagli sherpa dovrebbe essere presentata informalmente all’inizio della prossima settimana ai ministri economici degli Stati membri.

Il testo, secondo quanto riferito dalla fonte che sta seguendo questo dossier, spiega anche che un credito che è coperto solo parzialmente da collaterale a garanzia verrà trattato come secured per la parte coperta e come unsecured per la parte non garantita.

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon la parola “Pagina Italia” o “Panorama Italia” Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below