February 6, 2018 / 8:30 AM / 6 months ago

Intesa Sanpaolo, bond senior non preferred sono opzione funding - slide

MILANO, 6 febbraio (Reuters) - Intesa Sanpaolo valuta l’emissione di obbligazioni ‘senior non preferred’ “come possibile opzione per ottimizzare il costo del funding”.

È quanto si legge un una delle slide del piano di impresa 2018-2021 appena presentato dalla banca, dove tuttavia non si forniscono ulteriori dettagli su tempi e obiettivi quantitativi per l’emissione di questo tipo di strumenti.

I coefficienti di liquidità di Intesa, si legge nella stessa slide, sono “ben al di sopra dei requisiti Mrel attesi” mentre la banca non è soggetta a Tlac.

I senior non preferred (Snp) sono una nuova classe di obbligazioni bancarie, di tipo senior ma con rango intermedio tra i subordinati Tier2 e i senior tradizionali (preferred); disciplinati su iniziativa Ue e già in circolazione da oltre un anno in Paesi come Francia, Spagna, Belgio e Olanda, sono stati introdotti in Italia con la legge di Bilancio 2018.

Ad oggi, in Italia solo Unicredit — l’unica banca di rilevanza sistemica globale del Paese (Sifi) — è ricorsa a questo tipo di strumento, con un’emissione a cinque anni da 1,5 miliardi lo scorso 11 gennaio.

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon “Pagina Italia” o “Panorama Italia”

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below