January 22, 2018 / 11:54 AM / 4 months ago

Voto, nel programma del M5s niente referendum su euro, 17 mld a famiglie

ROMA, 22 gennaio (Reuters) - Non c’è il referendum sull’euro tra i punti programmatici con cui il M5s si presenta alle elezioni del 4 marzo. Ci sono reddito e pensione di cittadinanza, riduzione delle tasse a famiglie e imprese, sostegno alle famiglie, riforme delle regole sulle banche e della legge Fornero e la promessa di massicci investimenti pubblici accanto a un taglio del rapporto debito/Pil di 40 punti in 10 anni.

Presentato nel weekend a Pescara dal candidato premier Luigi Di Maio, il programma elettorale è riassunto in 20 punti che solo in alcuni casi esplicitano l’impatto in termini di costo, mentre mancano indicazioni dettagliate sulle coperture finanziarie, che, dicono dal Movimento, verranno presentate nei prossimi giorni. Unico numero di copertura, per ora è quello da 50 miliardi di revisione della spesa improduttiva e tagli a privilegi e sprechi della politica.

Il primo dei 20 punti è l’eliminazione di 400 leggi inutili con l’obiettivo di snellire la “giungla delle leggi”.

Le politiche a sostegno del lavoro prevedono, senza che siano quantificati gli importi, “investimenti ad alto moltiplicatore occupazionale” e in “nuova tecnologia, nuove figure figure professionali, internet, auto elettriche” e digitalizzazione della pubblica amministrazione. Smart nation lo slogan.

Del reddito di cittadinanza, cavallo di battaglia del M5s sin dai primi passi in Parlamento, non viene spiegato né l’impatto sul bilancio né i criteri di erogazione. Il programma cita però “oltre 2 miliardi” per la riforma dei centri per l’impiego.

Alla voce previdenza i cinque stelle promettono una “pensione minima di 780 euro netti al mese a tutti i pensionati” (1.170 per le coppie). Il superamento della legge Fornero, che dal 2012 ha innalzato i criteri anagrafici e contributivi per ritirarsi dal lavoro, passa attraverso “quota 100 e quota 41, cioè l’accesso alla pensione con, ad esempio, 63 anni di età e 37 di contributi oppure 41 anni di contributi tout court.

In materia fiscale i cinque stelle promettono aliquote Irpef più basse, niente tasse per redditi fino a 10.000 euro e una manovra choc per le piccole e medie imprese con una “riduzione drastica dell’Irap”.

Il pacchetto a sostegno di famiglie con figli vale 17 miliardi e comprende rimborsi per asili nido, pannolini e baby sitter, l’iva agevolata per prodotti neonatali e più detrazioni per assumere colf e badanti.

Vengono inoltre promesse più risorse nella sanità, un nuovo piano assunzioni nella scuola e 50 miliardi di investimenti nei settori strategici come le energie rinnovabili e la banda ultra larga.

Gli oneri dovrebbero trovare copertura ad esempio nei “tagli agli sprechi e ai costi della politica” da cui, sostiene il Movimento, è possibile ricavare 50 miliardi. Nel mirino finiscono pensioni d’oro, vitalizi, privilegi, sprechi della politica e opere inutili.

Il programma annuncia anche la riorganizzazione delle partecipate pubbliche e una nuova fase di spending review della spesa improduttiva.

La riduzione del debito pubblico avverrà, elenca il programma, “grazie a maggiori investimenti in deficit”, ai tagli agli sprechi e alla lotta alla grande evasione fiscale.

Il M5s punta molto anche sulla legalità con “10.000 nuove assunzioni nelle forze dell’ordine” e la costruzione di due nuove carceri.

Lo stop a quello che viene definito il “business dell’immigrazione” passa anche attraverso la stipula di trattati per i rimpatri di migranti.

In campo finanziario il Movimento annuncia la creazione di una Banca pubblica per gli investimenti per piccole imprese, agricoltori e famiglie e risarcimenti ai risparmiatori truffati nei recenti casi di crisi bancaria.

Torna la separazione tra banche commerciali e d’affari sul modello del Glass Steagal act statunitense “contro le speculazioni”.

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon la parola “Pagina Italia” o “Panorama Italia”

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below