January 3, 2018 / 11:20 AM / 7 months ago

BTP in assestamento dopo recenti cali, occhi su Bce in attesa voto Italia

    MILANO, 3 gennaio (Reuters) - Nella seduta odierna si
assiste a un assestamento dell'andamento del secondario
italiano, dopo i cali che hanno caratterizzato l'ultima seduta
dell'anno vecchio e la prima di quello nuovo. In particolare
l'Italia resta un osservato speciale in vista delle elezioni
politiche del 4 marzo. 
    ** "Si vede una tendenza al recupero su tutte le periferie,
anche Spagna e Portogallo. Il mercato guarda con attenzione ai
prossimi eventi, come la prossima riunione Bce" dice Vincenzo
Longo, strategist di Ig. "Sull'Italia pesa certamente la fase di
pre-voto, e anche la possibilità, ultimamente ventilata da
esponenti Bce, di una chiusura del Qe a settembre: la Bce è
stato il principale acquirente netto di Btp negli ultimi anni". 
    ** Intervistato nel fine settimana dal giornale finanziario
cinese Caixin Global, il membro del comitato esecutivo della Bce
Benoit Coeuré ha sostenuto ci sono ragionevoli possibilità che
l'estensione degli acquisti di bond stabilita in autunno possa
essere l'ultima. Ai commenti 'hawkish' di Coeuré hanno fatto eco
ieri quelli del banchiere centrale austriaco e consigliere Bce
Ewald Nowotny, secondo cui se la ripresa dell'economia si
confermerà la banca centrale porrà fine alle misure
straordinarie di stimolo monetario.    
    ** Lo scorso ottobre la Bce ha deciso di allungare almeno
fino a settembre di quest'anno il Qe, dimezzandone l'importo
mensile a 30 miliardi di euro a partire da questo mese.
Francoforte, in occasione del consiglio di dicembre, ha poi
ribadito che resta nella facoltà dell'istituto aumentare o
ridurre l'importo e durata del programma, varato per ridare
fiato alla crescita e all'inflazione, se fosse necessario. 
    ** Sul primario incombe l'emissione via sindacato di un
nuovo bond decennale da parte dell'Irlanda, che questo
pomeriggio ha incaricato a tal scopo un pool di dealer. Dublino
punta a raccogliere 3-4 miliardi di euro, che coprirebbero circa
un quarto delle esigenze di finanziamento di quest'anno. Sul
comparto a brevissimo, la Grecia ha invece proceduto al
collocamento di 1,625 miliardi di euro di titoli del Tesoro a
sei mesi, importo identico a quello in scadenza. In deciso calo
il rendimento di assegnazione dell'asta, che passa a 1,65% da
1,95% dell'analogo collocamento del mese scorso. Cala da 2,03 a
1,77 il rapporto bid-to-cover.
   
============================ 12,15 =============================
 FUTURES BUND MARZO                    161,74   (+0,43)  
 FUTURES BTP MARZO                     135,60   (+0,68)  
 BTP 2 ANNI  (SET 19)                 107,362  (+0,062)  -0,197%
 BTP 10 ANNI (AGO 27)                 100,201  (+0,520)   2,036%
 BTP 30 ANNI (MAR 47)                  90,105  (+1,065)   3,257%
 ========================= SPREAD (PB)===========================
 ---------------------  ---------------  ----------   PRECEDENTE
                                                      
 TREASURY/BUND 10 ANNI                           202         200
 BTP/BUND 2 ANNI                                  50          53
 BTP/BUND 10 ANNI                                161         164
 minimo                                        159,4       155,7
 massimo                                       164,1       165,9
 BTP/BUND 30 ANNI                                205         208
 BTP 10/2 ANNI                                 223,3       225,3
 BTP 30/10 ANNI                                122,1       122,1
 ================================================================
0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below