December 14, 2017 / 7:16 PM / 6 months ago

Tesoro, swaption e swap a 30 anni coerenti con alto debito - Cannata

ROMA, 14 dicembre (Reuters) - La scelta di concedere swaption e accompagnarle con swap a 30 anni, fatta sino al 2007, era coerente con la politica prudenziale di un Paese, come l’Italia, con alto debito pubblico e con un’elevata quota di titoli esposti al rialzo dei tassi, quali erano i Cct.

Lo ha detto il responsabile del debito pubblico del Tesoro, Maria Cannata, precisando che vi era una buona parte di titoli indicizzati.

Cannata, rispondendo a una domanda di Carla Ruocco, parlamentare del M5s, ha poi detto che il derivato, firmato per il Tesoro dal dirigente di allora Mario Paolillo, di cui Morgan Stanley, ha poi esercitato la clausola, risale al 1995 quando il direttore generale del Tesoro era Mario Draghi, attuale presidente della Bce.

“Altre firme non ne ho trovate, dubito che fosse a conoscenza della clausola perché era scritta in piccolo in fondo a un ‘papiellone’”, ha detto Cannata.

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon la parola “Pagina Italia” o “Panorama Italia”

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below