15 novembre 2017 / 15:03 / in un mese

PUNTO 1-Grecia annuncia offerta swap per accorpare 30 mld euro bond in nuovi benchmark

(Aggiunge dettagli)

ATENE, 15 novembre (Reuters) - L‘agenzia del debito pubblico greco ha annunciato il lancio di un‘offerta di swap rivolta ai possessori di 20 obbligazioni i quali potranno ottenere in cambio cinque titoli di nuova emissione.

Le obbligazioni che gli investitori potranno riconsegnare, il cui importo complessivo si aggira intorno ai 30 miliardi di euro, sono state oggetto nel 2012 di una ristrutturazione su base volontaria finalizzata a coinvolgere il settore privato in uno dei tre pacchetti di finanziamenti di emergenza ricevuti dal Paese.

Tale ristrutturazione comportò un ‘haircut’ del 53,5% del valore nominale dei titoli.

L‘offerta di swap è finalizzata ad aumentare la liquidità del mercato dei titoli di Stato greci prima della fine del terzo programma di assistenza finanziaria, prevista ad agosto 2018.

“Stiamo facendo il lavoro preliminare necessario ad assicurare appropriate condizioni di liquidità per futuri ritorni sul mercato”, ha dichiarato a Reuters il ministro delle Finanze greco Euclid Tsakalotos.

Due fonti spiegano che l‘intenzione della Grecia è di fare nuovamente capolino sul mercato dei capitali dopo la conclusione della verifica del rispetto delle condizioni previste dall‘attuale piano di salvataggio, che Atene spera sia ultimata entro dicembre o per l‘inizio di gennaio. A luglio Atene ha testato il mercato per la prima volta dopo tre anni.

NO IMPATTO SU LIVELLI DEBITO

I titoli di nuova emissione avranno una durata di 5, 10, 15, 17 e 25 anni. Gli investitori interessati potranno aderire all‘offerta entro le 17 italiane del 28 novembre. Il regolamento avverrà il 5 dicembre.

L‘offerta, si legge in una nota dell‘agenzia del debito greco, è “finalizzata a normalizzare la curva dei rendimenti della Repubblica”, fornendo al mercato delle serie limitate di titoli benchmark destinate ad avere una “liquidità significativamente” maggiore di quelle esistenti.

Secondo una fonte vicina all‘operazione, il concambio non avrà impatto sui livelli di debito del Paese.

“La durata media dei bond resta la stessa e anche i livelli di debito restano uguali”, spiega la fonte, aggiungendo che tali condizioni sono state richieste dai creditori. Circa l‘80% dei 319 miliardi di euro di debito greco è detenuto da creditori istituzionali, cioè i Paesi della zona euro e il Fondo monetario internazionale.

Intorno ai 40 miliardi di euro sono invece oggetto di negoziazione sul mercato secondario dei titoli di Stato.

Un‘altra fonte spiega che i fondi pensioni ellenici, gestiti in larga parta da Banca di Grecia e che hanno in portafoglio circa 6 miliardi di euro di titoli, prenderanno parte al concambio. Altri potenziali partecipanti sono gli istituti di credito nazionali e gli investitori esteri.

Joint lead manager dell‘operazione saranno Bnp Paribas, Citigroup, Deutsche Bank, Goldman Sachs, Merril Lynch.

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon “Pagina Italia” o “Panorama Italia”

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below