13 ottobre 2017 / 10:20 / tra 2 mesi

MONETARIO-Brevissimi distesi intorno a -0,4% su alto livello fondi in eccesso

MILANO, 13 ottobre (Reuters) - A meno di due settimane ormai dal prossimo consiglio Bce, da cui si attendono lumi sul futuro del Qe, la parte brevissima dei tassi sul mercato monetario non mostra segna alcuno di tensione, confermandosi sul livello esatto del riferimento per i depositi marginali.

** L‘eccesso di liquidtà a disposizione del sistema bancario della zona euro ha superato in settimana i 1.800 miliardi di euro, consentendo ai tassi di rimanere perfettamente distesi -- o almeno quasi -- anche al culmine della crisi catalana.

** Secondo quanto riferito martedì da due fonti, dopo l‘esito piuttosto anomalo dell‘ultimo finanziamento pronti contro termine, le banche spagnole hanno fatto provvista dei fondi Bce, temendo nervosismo sul mercato della liquidità in caso di una secessione della Catalogna.

** Rispetto a poco più di tre miliardi chiesti e ottenuti la settimana precedente, la banca centrale ha assegnato oltre 21 miliardi di fondi a sette giorni ed era da marzo che le richieste non superavano i 20 miliardi.

** Tornando al consiglio del 25 ottobre, sono di ieri sera i commenti di Mario Draghi sull‘importanza di ancorare le aspettative di inflazione per ribadire l‘impegno della banca centrale a mantenere i tassi sugli attuali minimi record “ben oltre” la fine del programma Qe.

** Secondo quanto anticipato da cinque fonti vicine al dossier, che comunque Francoforte non ha voluto commentare, con la riunione del 25 ottobre prossimo l‘idea dei banchieri centrali sarebbe quella di annunciare un‘estensione temporale di nove mesi del programma degli acquisti Qe, che sulla carta si chiude a fine anno. Si procederebbe però a ritmo rallentato rispetto alle attuali sottoscrizioni (60 miliardi di euro il mese), con un ammontare che potrebbe essere compreso tra 25 e 40 miliardi.

** In un intervento a Washington, dove proseguono gli incontri di Fmi e Banca mondiale, l‘economista capo e consigliere esecutivo Bce Peter Praet parlava ieri sera di mancata connessione tra ripresa economica e dei prezzi, fenomeno che impone all‘istituto centrale di procedere con la massima cautela.

** Diffusi in tarda mattinata, i dati a cura di Banca d‘Italia sui titoli di Stato in portafoglio a investitori esteri sono aumentati in luglio al controvalore complessivo di 687,061 miliardi, portandosi a 35,3% da 35,2% di giugno.

** Intorno alle 11,45 su General Collateral Italia l‘overnight vale -0,405% come il tom/next, spot/next a -0,41%.

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon “Pagina Italia” o “Panorama Italia”

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below