9 giugno 2017 / 10:21 / tra 5 mesi

RPT-MONETARIO-Bce conferma attese, nessuna mossa in 2017, tassi schiacciati

(Elimina refuso nel titolo)

MILANO, 26 maggio (Reuters) - Il mercato monetario digerisce il meeting Bce senza scosse, anzi trovando conferma all‘aspettativa che niente cambierà nell‘immediato per quel che riguarda la liquidità.

** A fronte di un eccesso di liquidità intorno ai 1.600 miliardi di euro, i tassi del brevissimo restano schiacciati sulla deposit facility, -0,40%, un livello che secondo gli operatori è destinato a non subire ritocchi almeno fino all‘inizio del 2018.

** Attorno alle ore 12, su General Collateral Italia le tre scadenze del brevissimo -- overnight, tom/next e spot/next -- scambiano allineate a -0,405%; su livelli analoghi anche le scadenze più lunghe, fino alle due settimane.

** Ieri la Bce ha eliminato il ‘bias’ ribassista sui tassi, ma non ha dato segnali di voler accelerare il processo di rientro dall‘attuale posizione ultra espansiva.

** In una nota Unicredit scrive che “sebbene la Bce abbia abbandonato il bias accomodante sui tassi, la retorica di Mario Draghi è rimasta espansiva. La Bce rimane posizionata per l‘annuncio del tapering (del Qe) a settembre, da far partire l‘anno prossimo. Ad ogni modo diventa sempre più chiaro che la normalizzazione della politica monetaria si realizzerà solo in maniera lenta”.

** “La situazione di mercato è stabile da mesi e il messaggio della Bce conferma le aspettative prevalenti”, commenta un tesoriere da Milano. “Quindi, al di là del brevissimo che resta inchiodato, non si sarà probabilmente nessun intervento sul Qe o sui tassi prima dell‘inizio dell‘anno prossimo”.

** Sulla curva futures Eonia, la quotazione sulla scadenza del meeting Bce di dicembre 2017 è a -0,3496%, sul meeting di gennaio 2018 a -0,3497%, su quello di marzo 2018 a -0,3476%, contro un tasso spot a -0,3620%. Il mercato proietta dunque un probabilità di rialzo di 10 pb del tasso sulla deposit facility Bce del 10-15% tra fine 2017 e inizio 2018, e appena un po’ più alta, circa il 25%, a marzo.

** Si confermano sui minimi record le richieste nel p/t settimanale della Bce: martedì sono stati assegnati fondi per 12,107 miliardi, lo stesso importo in scadenza (12,073 miliardi); la stima del benchmark è scesa a -1.265 miliardi dai -1.149 della settimana scorsa.

** Gli ultimi dati di Bankitalia segnalano in maggio una lievissima riduzione dell‘esposizione degli istituti nazionali ai fondi Bce: -1,7 miliardi circa a 254,690, un calo tutto legato ai finanziamenti principali.

** Saranno consistenti nel mese in corso i riversamenti fiscali in Italia, circa 47 miliardi secondo le stime, tra le sedute di martedì 20 e venerdì 23; ma secondo gli operatori non saranno comunque tali da ipotizzare possibili reazioni significative dei tassi nei giorni interessati.

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon “Pagina Italia” o “Panorama Italia”

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below