May 18, 2017 / 1:05 PM / in 2 years

Intesa Sanpaolo può aggiudicarsi più deal in Russia dopo operazione Rosneft

di Alexander Winning e Katya Golubkova

MOSCA, 18 maggio (Reuters) - Intesa Sanpaolo può conquistare una quota maggiore delle centinaia di milioni di dollari che le banche guadagnano ogni anno in Russia dall’organizzazione di prestiti, collocamento di azioni o M&A, dopo aver partecipato alla cessione di una quota di Rosneft .

È quanto riferiscono alcuni banchieri basati a Mosca. Intesa Sanpaolo non ha commentato.

Lo scorso gennaio Intesa ha supportato con un finanziamento fino a 5,2 miliardi di euro l’acquisizione del 19,5% di Rosneft da parte di un consorzio formato da Glencore e Qatar Investment Authority.

L’istituto, che nel panorama dell’investment banking globale non è così grande, è emerso come un soggetto importante delle strette relazioni d’affari tra Russia e Italia, relazioni che sono continuate nonostante le sanzioni che l’Occidente ha imposto a Mosca a causa del conflitto in Ucraina nel 2014.

Dopo la conclusione dell’operazione, il presidente russo Vladimir Putin ha invitato alcuni manager, tra cui il Ceo di Intesa Carlo Messina, al Cremlino per ringraziare per il ruolo svolto. In quell’occasione Messina ha dichiarato a Putin che Intesa vuole espandere il suo business in Russia.

Ieri il presidente del consiglio Paolo Gentiloni ha incontrato Putin a Sochi, sul Mar Nero, per cementare i legami tra i due paesi. Durante la visita di Gentiloni, Eni e Rosneft hanno siglato un accordo di cooperazione.

“Intesa si aspetta di essere ricompensata per il deal Rosneft. I russi sono ben consapevoli delle banche straniere che hanno dimostrato lealtà durante la crisi. E Intesa lo ha fatto ampiamente”, spiega Tom Adshead della società di consulenza Macro-Advisory.

“L’hai detto, Intesa se lo è meritato. È l’unica banca che non si è fatta spaventare dalle sanzioni”, dice un banchiere russo che ha lavorato con la banca su un’operazione recente.

Secondo i dati raccolti da Thomson Reuters, Intesa è alla posizione numero 15 tra le investment bank in Russia per commissioni lo scorso anno, guadagnando circa 5 milioni di dollari. Ha guadagnato 3,8 milioni nel 2015 e 500.000 dollari nel 2014. Deve ancora fare una grossa operazione in Russia nel 2017.

Secondo banchieri e analisti, Intesa probabilmente non riuscirà a lanciare una sfida seria alle grandi banche Usa sul collocamento privato di bond o azioni, ma potrebbe aggiudicarsi più operazioni dalle società russe a controllo pubblico.

“È molto facile per il governo chiamare un membro del board di una società pubblica e suggerire di assegnare un’operazione a Intesa qualora le sanzioni lo consentano”, dice Adshead.

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon la parola “Pagina Italia” o “Panorama Italia”

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below