18 aprile 2017 / 16:20 / 7 mesi fa

Def, correzione da 30 mld in 3 anni, sviluppo difficile - Csc

ROMA, 18 aprile (Reuters) - I 30 miliardi di manovra correttiva necessaria a portare il deficit strutturale in lieve avanzo nel 2019 rendono “difficile sostenere lo sviluppo del Paese” secondo il Centro studi di Confindustria.

Il Documento di economia e finanza indica infatti un aggiustamento di 3,4 miliardi nel 2017, di 15,8 con la prossima legge di Bilancio e di ulteriori 9,1 nel 2019, ha ricordato il direttore del Csc, Luca Paolazzi, durante un‘audizione in Senato.

“Si tratta di manovre molto consistenti che devono essere rese compatibili con tassi di crescita adeguati a colmare il ritardo di sviluppo accumulato prima e durante la crisi dall‘Italia rispetto ai suoi principali partner europei. Il divario di Pil pro-capite è pari a 21,6% verso la Germania e 10,0% verso la Francia”, ha spiegato.

Confindustria sprona il governo a proseguire nella politica di sostegno agli investimenti e chiede pertanto di prorogare oltre il 31 dicembre 2017 il termine per beneficiare dell‘iperammortamento, l‘incentivo fiscale all‘acquisto di macchinari classificati sotto Industria 4.0.

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon la parola “Pagina Italia” o “Panorama Italia”

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below