14 febbraio 2017 / 13:20 / tra 9 mesi

Finint, assemblea rinviata, trattative tra Marchi e de Vido - fonte

MILANO, 14 febbraio (Reuters) - L‘assemblea degli azionisti di Finanziaria Internazionale (Finint) è stata rinviata a data da destinarsi.

E’ quanto riferisce una fonte vicina al gruppo di Conegliano.

Dopo la rottura tra i fondatori della finanziaria, Enrico Marchi e Andrea de Vido hanno avviato un dialogo sulla liquidazione del 50% in mano al secondo, aggiunge ancora la fonte, confermando quanto riportato oggi dal Corriere della Sera.

Chiamata a nominare il nuovo consiglio di amministrazione, dopo le dimissioni di Giovanni Perissinotto, e a votare l‘azione di responsabilità nei confronti di de Vido, promossa da Marchi l‘assemblea è stata rinviata perché, nel frattempo, “le parti si stanno parlando”.

Uno showdown tra i due soci paralizzerebbe Finint e, a cascata, le partecipate, in particolare Save, la società di gestione degli aeroporti di Venezia e Treviso.

Marchi ha presentato un ricorso al tribunale di Treviso per bloccare, attraverso il sequestro, un‘eventuale cessione delle azioni di de Vido non concordata.

E’ presumibile che le parti puntino a trovare un accordo prima dell‘udienza, fissata per metà marzo.

In caso di uscita di scena di de Vido si determinerebbe un cambio di controllo in Finint, che farebbe scattare l‘obbligo di Opa su Save.

L‘attuale azionariato di Save vede Finint esercitare il controllo attraverso due scatole, Marco Polo Holding (51,233%) e Agorà Investimenti (7,815%), che vedono il fondo infrastrutturale di Morgan Stanley al 43,1%. C‘è poi una piccola partecipazione (0,591%) che fa capo direttamente a Finint.

Il patto con Morgan Stanley scadrà nel 2018, ma da Conegliano, su questo fronte, si mostrano tranquilli: sarebbero diversi gli investitori istituzionali pronti a farsi avanti per sostituire la banca d‘affari.

Sempre secondo Conegliano, Marchi, una volta trovato l‘accordo con de Vido, non avrebbe difficoltà a trovare partner in grado di affiancarlo.

Sullo sfondo, però, c‘è l‘incognita Atlantia, che ha rastrellato il 21,291% del capitale di Save e che, nonostante le rassicurazioni sulla natura finanziaria dell‘investimento, potrebbe approfittare del divorzio in casa Finint per tentare di mettere le mani sul polo degli aeroporti del Nordest.

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana, con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon le parole “Pagina Italia” o “Panorama Italia” Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below