15 novembre 2016 / 11:32 / un anno fa

Mps offre conversione fino a 5,3 mld di subordinati, titolo pesante

ROMA, 15 novembre (Reuters) - Mps ha proposto la conversione volontaria in nuove azioni ai titolari dei suoi bond subordinati, offrendo un premio sui prezzi di mercato con rimborsi tra il 20% e il 100% del nominale, ma avvertendo i bondholder che il successo di questa offerta e dell‘intero piano di risanamento sarà determinante per evitare il rischio di una conversione forzata.

L‘operazione riguarda titoli in circolazione per 4,288 miliardi oltre al probabile coinvolgimento anche dei titolari del Fresh 2008, per un altro miliardo di euro, per il quale è in corso un approfondimento tecnico.

La banca punta a raccogliere dai bondholder più di un miliardo con la conversione, secondo una fonte vicina al dossier. Il resto dei 5 miliardi previsti dal piano dovrà venire da uno o più investitori “cornerstone” e da un residuo aumento di capitale sul mercato, senza o con limitato diritto di opzione. Un obiettivo dovrebbe essere quello di limitare sotto i 2 miliardi la parte riservata all‘aumento sul mercato.

“E’ un‘operazione estremamente complessa e delicata in cui il rischio concreto è che i più penalizzati siano gli azionisti esistenti che sono quelli che hanno fatto gli ultimi aumenti di capitale”, ha detto Guido Antolini, di azione Mps, associazione di piccoli azionisti.

Il titolo in Borsa è in forte calo fin dai primi scambi.

Alle 11,40 tratta in calo del 7% circa a 0,26 euro dopo essere stato sospeso per ribassi eccessivi.

Un trader evidenzia che il titolo era salito ieri dell‘11,4% e che oggi tutti i bancari sono molto deboli, mentre l‘annuncio di stanotte non avrebbe particolari novità rispetto a quanto atteso.

Anche i bond oggetto dell‘offerta dopo un avvio in netto rialzo hanno risentito delle preoccupazioni sul rischio di esecuzione della complessa operazione.

“Dopo una partenza molto positiva tutti i bond si sono afflosciati, i retail stanno vendendo perché se l‘operazione non va a buon fine ci sarà una conversione forzata”, sintetizza un trader.

Tra gli investitori istituzionali c‘è però chi ha già apprezzato l‘offerta e convertirà. “Direi che è in linea con le attese, noi convertiremo. La questione è che se non aderisci, l‘intera operazione fallisce e fa fallire anche te”, dice un bondholder istituzionale.

La stessa banca nel proporre la conversione volontaria avverte che tutti e tre i pilastri del piano - conversione del bond, investitori cornerstone, aumento sul mercato - devono essere portati a termine pena il crollo dell‘intera operazione.

“Il mancato rispetto dei requisiti patrimoniali potrebbe comportare l‘applicazione degli strumenti di risoluzione di cui ai Decreti BRRD, che prevedono tra le altre cose la possibile conversione forzata dei titoli subordinati”, scrive la banca nella nota.

Secondo un analista, “se il mercato sottoscriverà parte dell‘aumento di capitale attraverso la conversione dei bond subordinati, allora il governo potrà intervenire nel piano di ricapitalizzazione senza necessariamente infrangere le regole degli aiuti di Stato”.

La tempistica prevede che il 24 ci sia l‘assemblea che dovrà approvare il piano con l‘aumento di capitale, subito dopo, entro fine novembre, partirebbe il periodo di adesione per la conversione dei bond (Lme). Entro una decina di giorni, conclusa l‘offerta ai bondholder e subito dopo il referendum costituzionale del 4 dicembre, partirà l‘aumento di capitale.

“Una elevata adesione all‘Lme da parte dei portatori dei Titoli (e dei Titoli Fresh 2008, nel caso l‘Offerta Fresh 2008 sia promossa) assume pertanto fondamentale importanza, ai fini dell‘aumento di capitale”, scrive la banca.

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon la parola “Pagina Italia” o “Panorama Italia” Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below