8 novembre 2016 / 13:12 / 10 mesi fa

PUNTO 1-Italia, debito Target2 sale a nuovo record in ottobre

(Aggiunge contesto, dettagli, commenti)

MILANO, 8 novembre (Reuters) - Sale ancora in ottobre il debito Target2 dell‘Italia, di appena un miliardo e mezzo, quanto basta però per registrare un nuovo massimo storico delle passività del Paese sul sistema di pagamento dell‘Eurosistema.

Secondo i dati mensili di Bankitalia, a fine ottobre il debito Target2 si è portato a 355,459 miliardi di euro dal precedente record di 353,940 miliardi di settembre.

Alla base del trend si collocano sia fattori di sistema -- come l‘avanzamento del Qe o la discesa dei rendimenti che spinge gli investitori fuori dagli asset italiani -- sia specifici, legati alle difficoltà del settore bancario o all‘aumento dell‘incertezza politica per il referendum costituzionale.

“In realtà guarderei a questo dato più come a una stabilizzazione dopo i forti incrementi di agosto e settembre” osserva l‘economista di Unicredit Loredana Federico.

Federico cita come fattore di supporto su ottobre anche il successo del nuovo Btp a 50 anni, assegnato per 5 miliardi di cui oltre l‘80% a soggetti esteri.

FONDI

Da inizio agosto il debito Target2 dell‘Italia è balzato di oltre 60 miliardi, portandosi ampiamente sopra il picco dell‘estate 2012 (289,320 miliardi), toccato nella fase più intensa della crisi finanziaria della zona euro.

“Allora l‘aumento denotò una reale situazione di pressione, di fuga dal debito italiano; oggi la dinamica è in gran parte fisiologica, pur non mancando alcune specificità” osserva l‘economista di Intesa Sanpaolo Luca Mezzomo.

Nell‘ultimo Bollettino economico Bankitalia è tornata a sottolineare che l‘evoluzione del debito Target2 è “in larga misura” conseguenza della creazione di liquidità derivante dal Qe. Inoltre Bankitalia osserva che l‘aumento dipende dalla riduzione della raccolta obbligazionaria delle banche italiane sui mercati esteri e dalla diversificazione del portafoglio delle famiglie in favore del risparmio gestito, con una “rilevante quota” di fondi di diritto estero.

“Quando un risparmiatore che vuole rendimenti più elevati si sposta su un fondo, parte dell‘investimento prende la strada dell‘estero” commenta Mezzomo, ricordando che i fondi hanno una maggiore differenziazione geografica rispetto all‘investitore retail.

INCERTEZZA POLITICA

L‘economista sottolinea poi che il Traget2 dell‘Italia è aumentato di più di quello spagnolo, che in settembre (ultimo dato fornito dalla Bce) si è portato a circa 320 miliardi, in netto rialzo negli ultimi mesi, ma sotto i massimi storici.

“C‘è anche un fattore specifico Italia in questo momento, e penso al referendum di dicembre: non c‘è una fuga dalla periferia ma chiaramente un riposizionamento da Italia a Spagna, dovuto anche all‘attuale fase di incertezza politica, come peraltro ci dice anche lo spread Italia-Spagna”.

Lo spread Italia-Spagna si è recentemente portato oltre i 40 punti base, ai massimi da due anni.

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon “Pagina Italia” o “Panorama Italia”

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below