20 ottobre 2015 / 08:04 / tra 2 anni

Inps, rosso 2014 scende a 7 mld, in calo spesa ammortizzatori

* In calo ricorso a cig e disoccupazione, sale mobilità

* In aumento età media pensione vecchiaia e anzianità

* In calo di oltre 41% anzianità anticipate per autonomi

ROMA, 19 ottobre (Reuters) - L‘Inps ha chiuso il 2014 con un disavanzo complessivo di 7 miliardi, in miglioramento di quasi 2 mld dagli 8,7 mld del 2013.

Lo si legge nel bilancio sociale dell‘istituto presentato stamani.

Le entrate totali sono circa 424 miliardi (+6,6%) di cui 314 mld correnti. Di questi, 211 mld (+0,6%) derivano da contributi e circa 98 mld dai trasferimenti dal Bilancio dello Stato.

Il totale delle uscite è di circa 431 miliardi, di cui 303 mld di prestazioni istituzionali. Di queste, quelle pensionistiche (comprensive di quelle a favore degli invalidi civili) sono a 268,817 miliardi (+0,6%) e rappresentano l‘88,6% del totale.

Le nuove pensioni previdenziali liquidate nel 2014 ammontano a quasi 560.000, con un calo del 6,2% dei nuovi assegni e del 5,1% della spesa complessiva annua, mentre l‘importo medio lordo mensile cresce dell‘1,2%.

Le nuove pensioni di anzianità/anticipata erogate nel 2014 sono state 125.371 in calo dell‘11,5%. Marcata (-41,6%) la flessione tra gli autonomi mentre tra i dipendenti il calo è stato dell‘8,4% e tra i pubblici si è registrato un aumento del 21,5%.

Le nuove pensioni di vecchiaia (131.641) diminuiscono complessivamente del 12,6% con un‘età media che sale nel a 64,9 anni nel settore privato, 65,3 anni in quello pubblico e 66,2 anni per gli autonomi. In aumento a circa 60 anni anche l‘età media delle anzianità.

Il numero delle pensioni previdenziali vigenti in essere al 31 dicembre 2014 è, come detto, pari a circa 17,2 milioni.

Nel 2014 l‘ammontare della spesa per gli ammortizzatori sociali è stata di 22,6 miliardi di euro (-4,2%). La spesa è ripartita in 6,1 miliardi per la cassa integrazione (-8,8%), 13,1 miliardi per le indennità di disoccupazione (-3,6%) e 3,4 miliardi per le indennità di mobilità (+2,7%).

Il lavoratori beneficiari della cig sono stati circa 1,2 milioni, contro il milione e mezzo del 2013, con una riduzione del 21,3%, mentre la mobilità ne ha interessati oltre 350.000 (da 300 mila) e le indennità di disoccupazione nel loro complesso circa 3 milioni (da 3,5).

(Francesca Piscioneri)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below