17 maggio 2013 / 13:58 / tra 5 anni

PUNTO 2 - Letta promette la riforma dell'Imu entro il 31 agosto

* La riforma riguarda oltre 40 mld di gettito

* Rata giugno sospesa per prime case, fabbricati rurali

* Resta versamento per ville e case di lusso

* Saccomanni vede ripresa in secondo semestre (Aggiunge dettagli a paragrafo 13)

di Giuseppe Fonte e Alberto Sisto

ROMA, 17 maggio (Reuters) - Il governo si impegna a fare la riforma dell‘Imu entro il mese di agosto e promette alle imprese la deducibilità dell‘imposta sugli immobili strumentali.

“La riforma alleggerirà il peso sulle famiglie e aiuterà l‘edilizia”, ha detto il presidente del Consiglio, Enrico Letta, presentando a Palazzo Chigi il decreto che sospende la rata di giugno sulla prima casa.

“Dentro il testo c‘è un segnale molto forte: si indica tra le priorità della riforma la previsione di forme di deducibilità dal reddito d‘impresa dell‘imposta pagata sugli immobili che servono per attività produttive”, ha aggiunto Letta.

La bozza del decreto fissa tempi certi. In caso di mancata riforma, spiega l‘articolo 2, i contribuenti dovranno versare la rata il 16 settembre.

LA RIFORMA RIGUARDA ANCHE LA TARES

Dal testo emerge che il governo non vuole solo superare l‘attuale sistema di tassazione della prima casa, ma rivedere l‘intero impianto della fiscalità immobiliare, compresa “l‘articolazione della potestà impositiva a livello statale e locale”.

Tra Imu, Tares (la tariffa sui rifiuti e sui servizi urbani), imposte di registro, ipotecarie e catastali, cedolare secca e il regime fiscale di compravendite e successioni, il giro di vite dovrebbe riguardare oltre 40 miliardi di gettito.

La riforma “dovrà essere attuata nel rispetto degli obiettivi programmatici” e “in coerenza con gli impegni assunti dall‘Italia in ambito europeo”, precisa il decreto riferendosi alla promessa di mantenere l‘indebitamento sotto il 3% del Pil sia nel 2013 che negli anni successivi.

NIENTE SOSPENSIONE PER VILLE E CASE DI LUSSO

Il decreto sospende l‘Imu su abitazioni principali e pertinenze, immobili ”appartenenti alle cooperative edilizie a proprietà indivisa, adibite ad abitazione principale e relative pertinenze dei soci assegnatari“, alloggi assegnati dagli Istituti autonomi per le case popolari (Iacp) o dagli enti di edilizia residenziale pubblica”. Boccata d‘ossigeno anche per i terreni agricoli e i fabbricati rurali.

I versamenti sono invece confermati per gli immobili signorili, le ville, i castelli e i palazzi di pregio artistico o storico, cioè quelli classificati in catasto con le categorie A/1, A/8 e A/9.

Il ministro dell‘Agricoltura Nunzia De Girolamo ha detto che il valore della sospensione riferito al mondo agricolo è di 350 milioni. La sospensione dell‘Imu vale anche per i terreni destinati alla produzione di energia se collegata all‘attività agricola.

Il decreto conferma che il governo indennizzerà i sindaci attraverso anticipazioni di tesoreria. L‘importo sarà pari al 50% del gettito Imu “ad aliquota di base o maggiorata se deliberata dai comuni”. Il ministero dell‘Interno rimborserà ai sindaci anche “gli oneri per interessi” a fronte della liquidità ricevuta.

L‘intera operazione dovrebbe valere in termini di fabbisogno circa 2 miliardi di euro.

SACCOMANNI VEDE RIPRESA DAL TERZO TRIMESTRE

Sul bilancio di competenza, che è quello valido per il Trattato di Maastricht, la copertura riguarda solo i circa 18 milioni di interessi dovuti a fronte delle maggiori emissioni di debito pubblico. E, tra le voci indicate dal decreto, c‘è anche la soppressione dello stipendio per “i membri del Parlamento che assumono le funzioni di presidente del Consiglio dei ministri, ministro o sottosegretario di Stato” (600.000 euro).

Secondo il ministro dell‘Economia, Fabrizio Saccomanni, l‘Italia si lascerà alle spalle la recessione a partire dal terzo trimestre del 2013.

Il decreto approvato oggi e il rimborso dei debiti commerciali alle imprese fornitrici della pubblica amministrazione contribuiranno a dare un “importante sostegno all‘economia”, ha detto Saccomanni.

“Questo tipo di manovra, che è neutrale rispetto ai saldi di bilancio, consentirà di guardare con ottimismo alla chiusura della procedura per deficit eccessivo che sarà un ulteriore fattore di allentamento delle tensioni sui mercati finanziari”, ha Saccomanni.

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below