18 aprile 2012 / 13:32 / tra 6 anni

Crisi, in Grecia disperazione ha portato oltre 1.700 suicidi - Monti

ROMA, 18 aprile (Reuters) - La crisi ha anche un costo umano e, in Grecia, i “gravissimi errori” commessi nella gestione della politica economica hanno portato oltre 1.700 persone a togliersi la vita per la disperazione.

Lo ha detto oggi il premier Mario Monti spiegando che il suo governo, pur nelle difficoltà, lavora per evitare che l‘Italia cada nello stesso baratro.

“Sappiamo quale sarebbe stata la disperazione se l‘Italia fosse caduta nel baratro del fallimento e nel default del suo debito sovrano. Il compito di ristabilire una Italia capace di crescere è appena cominciato: ci battiamo tutti i giorni per evitare un drammatico destino come quello della Grecia”, ha detto Monti nella conferenza stampa di presentazione del Def.

In Grecia, aggiunge Monti, sono stati compiuti nella gestione dei conti pubblici “gravissimi errori, molto più che in Italia” e ad oggi si stimano “1.725 suicidi”.

“Queste sono le conseguenze veramente drammatiche della crisi e questo è quello che in Italia, in condizioni molto difficili, stiamo cercando di invertire per non precipitare in quel precipizio”, ha concluso.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below