May 22, 2019 / 8:51 AM / 3 months ago

Confindustria: evitare procedura Ue, negoziare aggiustamento graduale conti

ROMA, 22 maggio (Reuters) - L’Italia deve evitare a tutti i costi una procedura Ue per deficit e debito eccessivi e quindi dovrebbe negoziare con Bruxelles un serio, graduale e strutturale piano di aggiustamento dei conti pubblici nei prossimi tre anni, secondo il presidente di Confidustria Vincenzo Boccia.

Il rispetto “alla lettera” delle regole sul Patto di stabilità e crescita imporrebbe a Roma una manovra da 32 miliardi di euro per il 2020, “con effetti recessivi”.

Per questo l’associazione degli imprenditori, riunita a Roma per l’assemblea pubblica annuale, si dice favorevole ad avviare un dibattito sullo scorporo “temporaneo e straordinario” delle spese per investimenti pubblici dalle regole di bilancio Ue.

In ogni caso Confindustria esorta il governo ad agire per non aumentare il deficit per finanziare spesa corrente, facendo salire così il debito, che “è l’esatto opposto di quello che serve al Paese”.

(Stefano Bernabei e Giuseppe Fonte)

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon la parola “Pagina Italia” o “Panorama Italia”

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below