February 27, 2019 / 11:57 AM / in 8 months

Italia, minore crescita ha ovvi effetti su conti pubblici e governo lo sa - Moscovici

MILANO, 27 febbraio (Reuters) - Quando l’espansione economica rallenta — questo il quadro che si prospetta sempre più concretamente per l’Italia — è gioco forza che ci siano ricadute sulla tenuta dei conti pubblici. E questo è noto a tutti, compreso naturalmente al governo italiano.

Lo dice Pierre Moscovoci, commissario Ue per gli Affari economici e monetari, a chi gli chiede se si profili l’eventualità che per Roma sia necessaria una manovra aggiuntiva sul 2019, ipotesi che l’esecutivo gialloverde al momento esclude.

Nella conferenza stampa dedicata al rapporto sul semestre europeo il commissario ha inoltre negato con forza che l’imminenza dell’appuntamento con le elezioni europee di maggio abbia a che fare con la decisione di Bruxelles di non avviare nei confronti dell’Italia la procedura di infrazione per deficit eccessivo.

A tal proposito Moscovici tiene a ricordare che, dopo il lungo braccio di ferro tra governo e Commissione, l’obiettivo sul disavanzo 2019 è stato corretto al ribasso da 2,4% a 2,04% del Pil.

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon la parola “Pagina Italia” o “Panorama Italia”

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below