February 27, 2019 / 11:17 AM / 9 months ago

Italia presenta ancora eccessivo squilibrio economia, dubbi su manovra - Ue

MILANO, 27 febbraio (Reuters) - Insieme a Grecia e Cipro, l’Italia è uno dei paesi dell’Unione europea che continuano a evidenziare un eccessivo squilibrio economico.

Lo dice la Commissione europea secondo le procedure del cosiddetto ‘semestre d’inverno’ cui seguiranno poi le raccomandazioni dettagliate per ciascun paese.

Quanto all’Italia, il nuovo documento dell’esecutivo Ue torna in particolare a mettere in luce i punti deboli — i più controversi — della legge di bilancio 2019, pur nella versione finale frutto di una sfiancante trattativa tra governo gialloverde e Bruxelles, arrivata a un soffio dall’avvio di una procedura disciplinare per eccesso di debito.

“La manovra per il 2019 prevede misure di politica economica che annullano progressi di importanti riforme precedenti, in particolare in tema di pensioni, senza comprendere provvedimenti che favoriscano la ripresa del potenziale di crescita” è la sintesi che conclude il capoverso che fa il punto su Roma.

Se il riferimento è evidentemente all’introduzione di ‘Quota 100’, tra le bandiere della campagna elettorale leghista, non manca un breve accenno anche al cavallo di battaglia 5 Stelle del reddito di cittadinanza.

“Il successo dipende ampiamente dall’efficacia della governance” scrive Bruxelles, in maniera neanche tanto sibillina.

La Commissione si concentra poi sulla finanza pubblica e sui suoi effetti.

Il debito elevato e una produttività che resta debole comportano il rischio di un effetto contagio nella zona euro — lo ha da poco detto anche il Fondo monetario internazionale — e la tensione sui rendimenti dei titoli di Stato ha per le banche ricadute negative sia sui costi di raccolta sia sui coefficienti patrimoniali.

Il rapporto debito/Pil, inoltre, non dovrebbe calare nei prossimi anni in ragione della debolezza del quadro macro e di una politica di bilancio del governo che “per quanto meno espansiva rispetto alle prime intenzioni, comporterà un’erosione dell’avanzo primario”.

Positivo naturalmente agli occhi di Bruxelles il progressivo smaltimento dei crediti deteriorati a bilancio degli istituti di credito, processo che rischia però di subire rallentamenti visto l’attuale deterioramento delle condizioni di mercato.

In estrema sintesi, la Commissione parla di “sostanziale stagnazione” del percorso delle riforme.

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon “Pagina Italia” o “Panorama Italia”

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below